Papa Francesco chiede di pregare per la pace. Ecco la mia invocazione a Maria per imparare a voler bene

Grande Papa Francesco che usa, coinvolgendoci, l’arma del cristiano, la preghiera. Sabato 7 settembre seguiremo il suo appello alla preghiera e al digiuno per la pace. L’Antico e il Nuovo Testamento ci raccontano l’efficacia della preghiera. Finché Mosè teneva le braccia alzate il popolo vinceva (Es 17, 8-13). A chi prega in nome Suo, unito agli altri, Gesù ha promesso la risposta di Dio. Non so se può essere utile una preghiera che mi hanno chiesto il giorno di Maria Regina e riguarda la vita quotidiana. Avendo vissuto santamente la vita quotidiana, la Madonna protegge il mondo intero.

Ecco la preghiera:

Maria, madre e regina mia, dammi la felicità di saper amare. Soprattutto quelli che sono vicino a me, malgrado i loro difetti e grazie ai loro difetti. Perché questa è la vera felicità: saper voler bene. Questa è la mia vocazione, a cui mi chiami col tuo esempio. Dammi la forza di essere buono. Le cattiverie mie e altrui sono conseguenza della debolezza. Con la tua forza saprò essere buono, sereno e comprensivo. Dammi la serenità di vedere in ogni avvenimento, anche doloroso, la mano della Provvidenza e la forza redentrice della sofferenza. Ricordami che ogni dolore ha un valore fecondo quando è unito alle sofferenze di tuo Figlio. Difendimi dalla tristezza, che è l’alleata del nemico, e aiutami a essere fonte di gioia e ottimismo per quelli che mi stanno attorno. Ti bacio caramente come tuo figlio piccolo, stammi vicino. Ogni mia preghiera e azione cominci con te e finisca con te.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •