Cristiani perseguitati, numeri di una strage silenziosa

cristiani-perseguitati-numeriIeri si è celebrata la “Giornata di preghiera e digiuno in memoria dei Missionari Martiri” e sono stati resi noti i tristi numeri dei missionari e operatori pastorali che sono stati uccisi a causa della loro fede. Secondo l’agenzia vaticana Fides nel 2014 sono stati uccisi 26 operatori pastorali: 17 sacerdoti, 1 religioso, 6 religiose, 1 seminarista, 1 laico catechista. La maggior parte di loro – quattordici – vive nelle Americhe.
Sempre secondo Fides, tra il 1980 e il 1989 sono stati uccisi 115 missionari; tra il 1990 e il 2000 in 604 (248 solo in Rwanda); e tra il 2001 e il 2014 in 343.

CRISTIANI PERSEGUITATI. La mattanza dei cristiani, va ricordato, riguarda anche i semplici fedeli. Come raccontato dal tredicesimo rapporto della ong protestante Open Doors International, in due anni il numero vi vittime cristiane è quadruplicato, passando da 1.201 nel 2012 a 4.344 nel 2014. Oggi Libero pubblica un piccolo schemino (lo vedete a lato) che ricorda anche quali siano i paesi più violenti nei confronti dei cristiani, tra i quali non va dimenticata la Corea del Nord. Secondo l’ultimo rapporto di Amnesty International, i primi dieci più violenti nel 2014 sono stati: Nigeria, Iraq, Siria, Centrafrica, Sudan, Pakistan, Egitto, Myanmar, Messico, Kenya.
Tutte le cifre, avvertono gli enti sopra citati, sono per difetto

Contenuti correlati

Video

Lettere al direttore

Foto

Welcome Back!

Login to your account below

Create New Account!

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist