A Pasqua le Femen hanno organizzato una “festa satanica” in locali occupati. La polizia, anziché sgomberarle, le ha protette

Nel manifesto d’invito appare una donna con tre seni avvolta dalle fiamme che spaventa un imam musulmano, un rabbino ebraico e papa Francesco

  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares

femen-francia-pasqua-satanismoLa domenica di Pasqua le Femen hanno organizzato una festa satanica per inaugurare il loro nuovo quartier generale nel comune di Clichy. Per sponsorizzare l’evento, hanno pubblicato un manifesto che non lascia spazio a interpretazioni: «Venite a ballare alle porte dell’inferno», recita lo slogan.

POSTER SATANICO. Al centro dell’immagine hanno posto un’immagine satanica: una donna con tre seni, il volto con le corna di un caprone, il simbolo “666” e quello classico delle Femen. La donna avvolta dalle fiamme è raffigurata mentre spaventa un imam musulmano, un rabbino ebraico e papa Francesco: tutti e tre disegnati in ginocchio, che pregano impauriti dando le natiche alla figura satanica.

«BIGLIETTO PER L’INFERNO». Il poster è stato accompagnato da un testo che annunciava «messe sataniche», «dibattiti infernali», «musica pagana e blasfema»: «Assicuratevi un biglietto per l’inferno ed entrate nel regno del magico». La festa, cominciata alle sette di sera, si è svolta sotto la sorveglianza della polizia per evitare scontri.

E IL GOVERNO COSA FA? Molti in Francia hanno protestato contro le forze di sicurezza e il ministero degli Interni. I locali appena inaugurati dalle “sex-tremiste” infatti sono occupati illegalmente e le polemiche si sprecano: perché la polizia francese ha protetto il raduno satanico, invece di sgomberare i locali? Perché il neo premier Manuel Valls, che da ministro degli Interni ha fatto una campagna spietata per proibire al comico Dieudonné di realizzare i suoi spettacoli sul suolo francese in quanto antisemita, non ha protestato contro questo raduno? Domande che non hanno ottenuto risposte.

  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares