Google+

Stasera in tv Scusa ma ti voglio sposare, dialoghi e scene d’amore per nostalgici dei fotoromanzi

giugno 1, 2013 Paola D'Antuono

L’ultimo film di Moccia è un tripudio di stereotipi, scene improponibili e un finale degno del miglior Harmony

Su Sky Cinema 1 ore 21.10 è il turno di Scusa ma ti voglio sposare. E quasi quasi ti viene voglia di disdire l’abbonamento. È sabato, fuori piove e la voglia di uscire è poca ma questo film ti scatena l’istinto di uscire e urlare sotto la pioggia: «Noooooo!». Il sequel di Scusa ma ti chiamo amore ritrova i due protagonisti, Michela Quattrociocche e Raul Bova, nei panni dei due fidanzati con vent’anni di differenza che però si amano nonostante tutto. Ma l’amore secondo Moccia non è mica tutto rose e fiori e così ci vuole un altro film per raccontarci gioie e dolori di Niki e Alex (un minuto di silenzio per i nomi).

TROPPO DIFFICILE. Mentre i suoi coetanei si divertono, Niki frequenta l’università ma poi arriva la proposta di matrimonio e lei, urlante come l’avevamo lasciata, accetta. Ma i preparativi del matrimonio non sono divertenti come una serata in discoteca, tanto che Niki decide di fuggire verso la calda Ibiza con un corteggiatore coetaneo. Ma state tranquilli, non tornerà incinta di un altro, anzi il finale regalerà punte che nemmeno l’Harmony negli anni ruggenti. Ma prima di arrivare alla degna conclusione, si passa attraverso un mare di stereotipi, dialoghi improponibili, universitari e pubblicitari che non sono mai esistiti e scene d’amore che fanno rimpiangere i fotoromanzi di Cioè.

LATO POSITIVO. Ma anche scorrendo queste sequenze si possono trovare almeno tre note positive: la prima è che Federico Moccia da allora (2010) non è più tornato dietro la macchina da presa, la seconda è che non c’è stato un terzo episodio della saga dell’amore a tutti costi. La terza? Qualsiasi storia adolescenziale al confronto sembrerà la nuova Via col vento. Lasciate stare il buon Raul e la bella Micaela e fatevi due risate con Lino Banfi e L’allenatore nel pallone su Iris alle 21.00

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi