Google+

Siria. Anche i cristiani schierati con i ribelli, li criticano: «Ci escludono dagli organi decisionali»

novembre 13, 2013 Redazione

La Coalizione nazionale siriana ha creato un governo provvisorio per gestire i territori conquistati dai ribelli. La protesta dei cristiani: «Ci hanno emarginati»

La Coalizione nazionale siriana (Cnr) ha formato un governo provvisorio per gestire i territori conquistati dai ribelli. La decisione è stata osteggiata dagli Stati Uniti, i quali temono che questa iniziativa possa minare anche solo l’apertura della conferenza di pace Ginevra 2. Anche i cristiani che fanno parte del Cnr si sono lamentati della nuova mossa con una nota ripresa da Fides.

«CRISTIANI ESCLUSI». I rappresentati delle componenti cristiane siriache e assire entrate a far parte del Cnr hanno denunciato la «totale assenza di esponenti cristiani nel governo “ad interim” formato da nove ministri e istituito ieri dalla Coalizione nel corso di una riunione a Istanbul», riporta Fides.
Secondo i cristiani «l’emarginazione e l’esclusione è deliberata» e ha come obiettivo quello di mettere a tacere nella sede dove si compiono le scelte operative una componente «che ha dato molto alla rivoluzione siriana».

CHI RAPPRESENTANO I RIBELLI? Dopo mesi di rifiuti, il Cnr ha accettato di partecipare a Ginevra 2 a patto che vengano rilasciati prigionieri politici e sia creato un corridoio umanitario in alcune zone del conflitto. La Coalizione riconosciuta dall’Occidente come legittimo rappresentate del popolo siriano, però, non ha più il controllo della situazione sul campo come un tempo.
Le milizie legate ad Al Qaeda e quelle finanziate dall’Arabia Saudita, infatti, hanno rifiutato la sua autorità e anche qualora si arrivasse a un accordo, non lo riconoscerebbero come legittimo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Simon Senkal scrive:

    Mi dispiace molto per tutto quello che sta succedendo in Siria sopratutto per i Cristiani e per gli Aramaici Cristiani che prima potevano vivere in pace in Siria professando liberamente. Mi piacerebbe tanto che la Siria tornasse quella che era una volta ma temo che sia utopia.
    Secondo me la situazione non sarebbe degenerata cosi se ribelli non avessero ricevuto aiuti e sostegno e non da ultimo armi da fuori all’inizio. Ora non ci resta che sperare in un intervento veramente pacifico.
    .

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana