Google+

Se l’imperatore europeo non ha più neanche la pietas per “parcere victis”

giugno 15, 2015 Piergiacomo Ghirardini

Se la Grecia esce dall’euro c’è qualcuno disposto a prefigurare uno scenario diverso dall’agosto 2011?

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Angela Merkel è probabilmente l’unico vero statista del continente. È saldissimamente al governo di una delle più avanzate economie manifatturiere del pianeta e di un paese profondamente civile, con un federalismo funzionante, un invidiabile sistema di welfare, probabilmente il miglior mercato del lavoro – dove risultano tuttora centrali il diritto, la continuità e i contenuti educativi e professionali. La vita pubblica non è esente da errori ma non ammette errori. Angela Merkel è seria, i tedeschi sono seri.

La Germania esprime un tale grado di egemonia che il «gemello rivale», con cui ha tragicamente codeterminato il corso della storia europea, la Francia, ha deciso di sottrarsi ormai sistematicamente al confronto, beneficiando di uno stato di apparente neutralità che Carl von Clausewitz qualificherebbe come il «livello base» della guerra: l’«osservazione armata». Quanto questa drôle de guerre sia al limite di ben altre possibili escalation si incarica di rammentarcelo il ministro delle finanze Wolfgang Schäuble, con periodici perentori inviti alla Francia a tagliare servizi pubblici e a comprimere i diritti del lavoro – certo, rispediti al mittente con un orgoglio nazionale che pochi si possono permettere. In questo tit for tat, se la Merkel rende imperscrutabile l’«intenzione ostile», Schäuble non fa mistero del suo «sentimento ostile», il secondo termine della bipolarità clausewitziana.

All’estremo opposto è la Grecia: su quasi 11 milioni di abitanti, 2,5 vivono sotto la soglia di povertà e 3,8 ne sono a rischio, ultima nella classifica dei nuovi vinti, seguita da Spagna, Italia eccetera.

Ciò che è in gioco nei prossimi giorni non è la Grexit o la resa di Alexis Tsipras, ma la sostenibilità futura di un gioco che ha consentito alla Germania (e a ristrette oligarchie transnazionali) di trasformare la crisi dei debiti sovrani in un lucroso gioco a somma zero. Se la Grecia esce dall’euro c’è qualcuno disposto a prefigurare uno scenario diverso dall’agosto 2011? Quanto ci metteranno i mercati a tornare a speculare irreparabilmente contro i paesi del Sud Europa (Francia compresa)?

L’impero romano, profondamente malvagio, proclamava il buon senso di risparmiare i vinti per placarne il risentimento. O torna un senso di pietas in Europa o è un affar serio.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.