Google+

Renzi a Napoli e Reggio Calabria: «Il mancato uso dei fondi europei grida vendetta»

maggio 14, 2014 Chiara Rizzo

Il premier nel suo minitour al Sud ha già visitato i capoluoghi di Campania e Calabria: «Se usassimo i soldi dell’Ue come fanno i polacchi, non avremmo deficit infrastrutturali al Mezzogiorno»

«In vista del determinante passaggio sulle europee noi vogliamo smontare due considerazioni: che l’Italia sia il problema dell’Europa e che il sud sia il problema dell’Italia» ha dichirato Matteo Renzi in prefettura a Napoli, nel corso della sua visita di oggi. Il premier ha sottolineato che «Se l’Italia fa l’Italia noi siamo in condizione di guidare l’Europa e non è vero che il Sud è spacciato per cause esterne. Possiamo rimettere in moto la speranza non soltanto in questa parte del Paese, anche se non voglio minimamente ignorare le cause storiche e strutturali che hanno portato la situazione al punto in cui è giunta in questi anni».

«USARE FONDI UE». Il mancato uso dei fondi Ue è stato al centro degli interventi di Renzi nel capoluogo campano e a Reggio Calabria, e lo sarà anche in quella in serata a Palermo. A Napoli, in prefettura, Renzi ha sottolineato che «Il mancato uso di fondi che ci spettano dall’Europa grida vendetta. Certo è meno di quanto noi diamo all’Europa ma se usassimo i fondi come ad esempio fanno i polacchi, non avremmo il deficit infrastrutturale nel Mezzogiorno». Rilanciando la partecipazione dell’Italia all’Expo, Renzi ha aggiunto che «Sull’Expo non solo investiamo, ma a dispetto di quello che consigliano i sondaggisti, usiamo il jolly creando posti di lavoro per il 2015 ma anche in prospettiva nel settore agroalimentare perché crea un danno pazzesco all’economia il fatto che il “Made in Italy” come la pizza o il parmigiano, non siano universalmente riconosciuti come prodotti italiani».

NELLA SCUOLA DI SCAMPIA. Il premier aveva iniziato la sua visita oggi, incontrando alunni e insegnanti della scuola elementare Giuseppe Parini di Secondigliano, parlando in particolare con i bambini. «Ho sentito che avete qualche problema con la palestra» ha esordito. I bambini gli hanno risposto in coro: «Non solo». Al che il premier ha raccontato: «Venendo qui alcune mamme mi hanno detto che ci sono problemi di deiezioni canine sui marciapiedi. Ci deve essere qualcuno che pulisce: il Comune, ma anche i cittadini devono evitare che rimangano là». Subito dopo l’incontro, Renzi ha scritto un tweet: “A Napoli, Secondigliano, dentro le scuole. La lotta alla camorra, la scommessa per una cittadinanza diversa parte da qui #italiariparte”.

A REGGIO: «SARO’ AL SUD OGNI TRE MESI». Arrivato a Reggio Calabria, Renzi è stato accolto dalla manifestazione di alcuni lavoratori precari che sventolavano finte banconote da 80 euro, facendo riferimento al bonus promesso dal governo. Il premier ha promesso: «Sarò al Sud ogni 3 mesi per fare il punto sulle difficoltà dei lavoratori». E parlando con i lavoratori Renzi ha spiegato l’intenzione di creare una “cabina di regia” per affrontare i numerosi problemi della Calabria, ed evitare che cadano nel dimenticatoio. «La Calabria sotto i Borboni era una regione ricca» ha riflettuto a voce alta ad un certo punto, e poi: «Calabresi smettetela di piangervi addosso. Noi ci mettiamo il cuore, ma voi dovete avere la fiducia. La speranza». Poi ha aggiunto: «Investiremo per tutelare questo straordinario territorio. Abbiamo tirato fuori 3,5 miliardi e li mettiamo a disposizione dell’edilizia scolastica». Incontrando gli amministratori locali, il premier ha insistito: «Investite sulle scuole, sono l’unica speranza per il futuro» Renzi ha anche affrontato il tema dell’Agenzia nazionale per i beni confiscati: «La sede resterà qui».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.