Google+

Rapito un giornalista americano in Siria. La famiglia di James Foley chiede un aiuto alla Rete

gennaio 3, 2013 Giovanni Ferrari

La famiglia chiede al mondo di firmare un appello on-line. Il giornalista è stato catturato il 22 novembre nel nord del Paese dove si trovava per montare alcuni video-reportages

È di queste ultime ore la notizia del rapimento di due giornalisti in Siria. Finora è stata resa pubblica solamente l’identità di uno dei due, James Foley, freelance americano, collaboratore in Siria per l’agenzia France-Presse e per il sito Global Post. Le dinamiche non sono ancora chiare: il giornalista è stato catturato il giorno del Ringraziamento, il 22 novembre, quasi sicuramente nel nord del Paese (intorno alla città di Taftanaz) dove si trovava per montare alcuni video-reportages sulla critica situazione attuale.

A dare l’annuncio la famiglia di Foley, che solo ora ha deciso di rendere pubblica la notizia cercando, attraverso la grande capillarità della rete, un aiuto nella risoluzione del caso e ponendo all’attenzione dei media internazionali un fatto che purtroppo continua a ripetersi in forme differenti in fin troppi paesi del mondo. Non è neppure la prima volta che Foley è vittima di un rapimento: nell’aprile del 2011 fu tenuto prigioniero per 43 giorni mentre si trovava nella Siria del regime di Gheddafi.

Nel sito creato dalla famiglia (www.freejamesfoley.org), i genitori pubblicano una nota ufficiale (in inglese e arabo): «Prima del suo lavoro di giornalista, Jim ha aiutato molti individui svantaggiati come insegnante e mentore, aiutandoli a migliorare la loro vita. La famiglia chiede che Jim venga rilasciato sano e salvo». Anche una pagina Facebook e un profilo Twitter sono stati creati per diffondere la notizia e per chiedere di firmare l’appello per la liberazione del giovane freelance.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana