Google+

Rapito un giornalista americano in Siria. La famiglia di James Foley chiede un aiuto alla Rete

gennaio 3, 2013 Giovanni Ferrari

La famiglia chiede al mondo di firmare un appello on-line. Il giornalista è stato catturato il 22 novembre nel nord del Paese dove si trovava per montare alcuni video-reportages

È di queste ultime ore la notizia del rapimento di due giornalisti in Siria. Finora è stata resa pubblica solamente l’identità di uno dei due, James Foley, freelance americano, collaboratore in Siria per l’agenzia France-Presse e per il sito Global Post. Le dinamiche non sono ancora chiare: il giornalista è stato catturato il giorno del Ringraziamento, il 22 novembre, quasi sicuramente nel nord del Paese (intorno alla città di Taftanaz) dove si trovava per montare alcuni video-reportages sulla critica situazione attuale.

A dare l’annuncio la famiglia di Foley, che solo ora ha deciso di rendere pubblica la notizia cercando, attraverso la grande capillarità della rete, un aiuto nella risoluzione del caso e ponendo all’attenzione dei media internazionali un fatto che purtroppo continua a ripetersi in forme differenti in fin troppi paesi del mondo. Non è neppure la prima volta che Foley è vittima di un rapimento: nell’aprile del 2011 fu tenuto prigioniero per 43 giorni mentre si trovava nella Siria del regime di Gheddafi.

Nel sito creato dalla famiglia (www.freejamesfoley.org), i genitori pubblicano una nota ufficiale (in inglese e arabo): «Prima del suo lavoro di giornalista, Jim ha aiutato molti individui svantaggiati come insegnante e mentore, aiutandoli a migliorare la loro vita. La famiglia chiede che Jim venga rilasciato sano e salvo». Anche una pagina Facebook e un profilo Twitter sono stati creati per diffondere la notizia e per chiedere di firmare l’appello per la liberazione del giovane freelance.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download