Google+

Quando la sobrietà diventa vanità e la politica è fatta dai giornalisti

agosto 18, 2012 Berlicche

La sobrietà è una bestia grama, è un po’ come la virtù dell’umiltà, quando dici che ce l’hai la perdi.

Pubblichiamo l’articolo uscito sul numero 32-33/2012 di Tempi.

Mio caro Malacoda, quando la politica non sa più che pesci pigliare perché lo spread va su e giù come gli pare, quando i mercati fanno come lo spread e le borse impazziscono e gli esperti ti spiegano perché oggi sono salite e domani dovranno spiegarti perché sono scese, e se sono così esperti ti chiedi perché non te l’hanno detto il giorno prima… Insomma, quando i potenti dimostrano tutta la loro impotenza, allora è il tempo della sobrietà. La sobrietà è una bestia grama, è un po’ come la virtù dell’umiltà, quando dici che ce l’hai la perdi.

I giornali hanno deciso che la sobrietà non esiste se non è contemporaneamente un esempio. La sobrietà va ostentata, esattamente come si faceva con la ricchezza. E con ciò stesso siamo riusciti a vanificarla, a imparentarla con la vanità: il potente che si vantava ostentando ricchezza oggi manifesta la sua potenza ostentando sobrietà. L’ostentazione ha bisogno dei suoi cantori, e i giornalisti si prestano volentieri alla bisogna. Se il capo di Stato della quarta potenza mondiale ha a sua disposizione un aereo e decide di non usarlo per recarsi dalla residenza parigina a quella balneare, sobrietà per sobrietà è bene far sapere a tutti che monsieur François Hollande e la sua compagna per spostarsi hanno preso il treno. Come abbiano percorso i restanti venti chilometri che separano la dimora estiva dalla stazione di Hyeres non è dato saperlo, difficile pensare abbiano preso un taxi, ma il cronista non sente il dovere di informare i lettori. La conosci quella storia che a noi riescono bene le pentole ma ci dimentichiamo i coperchi. Comunque, in tempi di crisi non è bene che chi decide di sembrare sobrio lasci spazio all’insinuazione di ombre o dubbi sulla sua pubblica moralità. La corrività pennaiola non conosce il ridicolo, così come celebra il treno di Hollande, altrettanto si affretta a far sapere che Angela Merkel in vacanza in Trentino indossa una «camicia a quadri». E cosa si dovrebbe mettere? Un tubino con strasse e paillettes?

In attesa di vedere le foto di mademoiselle Trierweiler ai fornelli e di monsieur François mentre sparecchia, continueremo ad accontentarci di far ripubblicare quelle di Benito Mussolini mentre falcia il grano. Non si può? L’accostamento è irrispettoso? Poco sobrio? E perché mai? Un duce che si procura il pane con il sudore della sua fronte e la forza delle sue braccia è meno sobrio di un presidente che fa la coda alla biglietteria? Come? Dicendo che Hollande non ha fatto la coda? Che ne diresti di rinverdire le foto di Mao Tse-Tung che nuota nel Fiume Giallo?

Lo so, sto facendo demagogia di bassa lega, ma quando qualcuno inizia è difficile non andargli dietro, è una tentazione (non è originale ma funziona). Ho capito, la sobrietà va somministrata a piccole dosi. Non sia mai che uno abbracci una virtù fino in fondo. Ma, tornando alla Cina e al proverbio sul gatto (non importa se bianco o nero, l’importante è che catturi il topo), pensi che lo cambierebbe in:  non importa se un politico risolve i problemi del suo popolo, l’importante è che sia sobrio? In vacanza, almeno tu, goditela.

Tuo affezionatissimo zio Berlicche

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana