Google+

«Lo Stato islamico viene dall’inferno, neanche i diavoli saprebbero trovare mezzi peggiori per far tanto male alla gente»

agosto 29, 2014 Leone Grotti

Al Meeting di Rimini abbiamo incontrato il vescovo ausiliare di Baghdad Shlemon Warduni: «Finora comunità internazionale e cristiani non hanno fatto niente di pratico per noi»

Rimini. «Non sappiamo da dove viene questa gente, probabilmente dall’inferno perché neanche i diavoli saprebbero trovare modi più terribili per far tanto male alla gente». Non usa mezzi termini il vescovo ausiliare di Baghdad dei caldei, Shlemon Warduni, che al Meeting spiega a tempi.it di essere molto preoccupato per la sorte degli iracheni e dei cristiani, cacciati dalle loro case di Mosul e della piana di Ninive dai terroristi dello Stato islamico. Inoltre, afferma, è deluso perché «finora la comunità internazionale e anche i cristiani non hanno fatto niente di pratico per aiutarci».

Eccellenza, qual è la situazione dei cristiani rifugiati in Kurdistan?
La sorte di tutti i cittadini iracheni è la stessa. Tutti sono inquieti, non solo i cristiani, perché mancano pace e sicurezza da tanti anni. Ma in questi ultimi mesi è successa una cosa che non avremmo mai potuto neanche immaginare: questi malviventi hanno costretto i cristiani e tutte le minoranze a scappare in massa. I cristiani vivevano a Mosul da duemila anni e ormai da oltre due mesi non si recita più una preghiera in città. Forse questa gente viene dall’inferno, sono peggio dei diavoli. Per questo noi abbiamo gridato ad alta voce per chiedere aiuto a tutto il mondo: ai cristiani, ai musulmani, agli atei, a tutta la gente di buona volontà. Perché il nostro popolo, i nostri fedeli, i nostri vecchi, i nostri bambini non vengano maltrattati in questo modo cattivo e terribile.

cristiani-iraq-erbil-03Di cosa hanno più bisogno gli sfollati?
Prima di tutto hanno bisogno di un tetto, perché molti di loro dormono sotto il sole con questo caldo terribile e al buio di notte, mentre prima avevano delle case belle e ordinate. Poi hanno bisogno dei viveri e dei vestiti, perché quando sono stati cacciati li hanno saccheggiati, hanno preso da loro tutto ciò che avevano. Hanno persino rubato gli orecchini a una bambina di due anni e strappato una quindicina di euro dalla mano di una vecchietta. Ancora peggio, hanno fatto entrare il terrore nei cuori di tutta la gente. Ancora prima di entrare nella piana di Ninive, infatti, quei villaggi erano quasi del tutto svuotati. Noi chiediamo tante cose al mondo, a cristiani e non, perché questa gente possa vivere, prima di tutto, e poi vivere con dignità.

La comunità internazionale deve intervenire militarmente?
La comunità internazionale può prima di tutto impedire che le armi arrivino a questa gente cattiva. Poi può inviare le forze internazionali per proteggere la nostra gente. Infine, può liberare questi nostri villaggi e città dalle mani dei malviventi per ridare a noi cristiani e ai cittadini delle altre minoranze i nostri leciti diritti. Oggi stanno cercando di sradicarci da questa terra. Ogni settimana si pregava e si celebrava la Messa a Mosul. Quanta gente oggi piange così: “Un’altra domenica senza Messa, senza partecipare al corpo e al sangue di Cristo”. Ma c’è una cosa ancora più penosa di tutto questo.

Quale?
La comunità internazionale finora ha fatto pochissimo, malgrado le grida che si sono levate dal nostro popolo da oltre due mesi. Anche i cristiani, cosa hanno fatto? Finora non abbiamo visto niente di pratico. E quindi noi alziamo la voce, tutti quanti chiediamo che il Signore dia la grazia a tutte le persone perché ci aiutino.

Spesso il patriarca Sako ha chiesto ai cristiani di restare in Iraq. È ancora possibile?
Se le cose continuano ad andare avanti come ora, nessuno potrà fermare l’emigrazione dei cristiani. Anche il nostro Patriarca l’ha detto ultimamente. Noi vogliamo che tutti restino ma la gente vuole avere garanzie di poter vivere in libertà senza queste faccende diaboliche. Oggi magari rientriamo nelle nostre case e domani tornano a cacciarci. Questa non è vita, è vitaccia. Noi vogliamo per i nostri cristiani una vita libera, serena e tranquilla. E chiediamo tutto questo per intercessione della nostra madre Maria.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

29 Commenti

  1. Enrico scrive:

    E intanto in Italia l’ordine dei giornalisti processa Magdi Allam per aver avuto il coraggio di denunciare l’evidente violenza e intolleranza della religione islamica…poveri noi, ci stiamo distruggendo da soli.

    • Paolo scrive:

      ….eh, hai ragione Enrico……e del resto dal giornalismo organizzato non ti puoi aspettare altro che superficialità, finzione e menzogna….

    • MarcoL scrive:

      Magdi Allam è stato creato ad arte per aizzare i cristiani contro i musulmani in ottemperanza alla strategia sionista di balcanizzazione del globo. Infatti questo scontro di civiltà è fortemente osteggiato da tutti i pontefici moderni che conoscono il gioco sionista.

      Cristiani e veri musulmani hanno vissuto in pace per centinaia di anni fino al giorno d’oggi in Siria ed Iraq.

      Cosa è cambiato? Studiate il Piano Yinon (destabilizzazione del mondo arabo) e capirete cosa sta succedendo in questi ultimi tempi: L’america attacca Iraq ed Afghaninstan, Le primavere arabe investono Tunisia, Libia (bombardata da Francia e GB), Egitto e Siria, dopo sarà il turno della Giornania in MO e dell’Algeria in nord africa.

      Intanto Israele si ritrova pian piano attorno ai suoi MUTABILI confini non più leggittimi Stati Sovrani ma orde di eserciti del terrore con tanto di filmati e propaganda in mondo visione… quindi…

      h-ttp://www.dangerouscreation.com/wp-content/uploads/2010/04/greaterisrael.gif

      • Giorgio m scrive:

        Sei un grande. Che sfortuna che non sei nato prima e in Germania, avresti trovato tanti altri amici simpatici che la pensavano come te. Magari avresti potuto avere anche un forno tutto tuo…

        • MarcoL scrive:

          Perchè mi accomuni a gente di quel tipo? Sono un Cristiano, esattamente come lo sono i vescovi orientali che la pensano come mè. Anche loro sono contro il sionismo perchè ne vivono sulla loro pelle gli effetti nefasti. Sono anch’essi antisemiti? E poi antisionismo non è antisemitismo. Ci sono ebrei ortodossi che denunciano il male che si cela nell’ideologia sionista.

          L’occidente ha causato la destabilizzazione del medio oriente, da prima con l’ “esportazione della democrazia” e adesso con le “primavere arabe”. Dimostrami che non è vero.

          Se consideri che l’occidente (soprattutto l’America) non muove un dito se non è nell’interesse di Israele puoi capire chi c’è dietro tutto questo. Non vedi che la verità è sotto gli occhi di tutti?

          Assad in Siria deve perdere il controllo ma non essere sconfitto. Nessuno deve prevalere sull’altro. Ci devono essere una serie di gruppi attorno ad Israele che si fanno la guerra tra loro e che si dimostrino poco credibili. Vedi la propaganda anti-assad: è un criminale, gasa il suo popolo ect ect. Se non facessero questo i popoli d’occidente si chiederebbero perchè Obama non si allea con Assad per sconfiggere l’Isis. Questo non è buono per Israele perchè se prevale uno dei gruppi in guerra, torna la stabilità…

        • CARLITOS scrive:

          Grande! Un’altro che crede ancora in quelle idiozie del complottismo. Una bella invenzione fi Hitler e il suo grande amico il gran mufti di Gerusalemme (lider religioso islamico dei giordani) che poi in un colpo solo di un giorno al altro son diventati “palestinesi”. potresti fare concorrenza a Dan Brown.

        • Carlos scrive:

          Grande! Un’altro che crede ancora in quelle sciocchezze del complottismo. Una bella invenzione fi Hitler e il suo grande amico il gran mufti di Gerusalemme (lider religioso islamico dei giordani) che poi in un colpo solo di un giorno al altro son diventati “palestinesi”. potresti fare concorrenza a Dan Brown.

        • MarcoL scrive:

          Caro Giorgio M, chi vivrà vedrà.

      • melodia792 scrive:

        Ricorda anche che Gesú nacque ebreo. Attento perché alla fine della tua vita pagherai molto caro il tuo odio razzista. Convertiti finchè sei in tempo e in questa vita, prima che qualche tuo amico della jhiad ti tagli la gola.

        • MarcoL scrive:

          Il male vorrebbe che noi credessimo all’illogica uguaglianza Antisionismo = Antisemitismo, per colpa della quale tu ed altri mi date del razzista.

          Stai attento/a tu Melodia792. Ricordi la parabola dei telenti? Ad ognuno secondo le sue capacità. Dio ammonisce chi ha la capacità di comprendere e non comprende perchè preferisce chiudere gli occhi. Chi ha orecchi per intendere intenda!

          • melodia792 scrive:

            Beato te! che sei in filo diretto con Dio e sai già chi non vede e non ascolta. Chissá ne vedremo fino alla fine. Un fatto è certo l’odio non porta da nessuna parte, anche se lo scrive un rabbino, che non è Gesú Cristo. Egli perdonó i suoi nemici sulla croce, mentre tu ti limiti a giudicare. Magari con le pantofole in un salotto confortevoli. Altri invece aiutano i poveri, gli esclusi, i derelitti di questo mondo. Vivo in un paese dell’America del Sud, ma non ho mai letto qui tanto odio come più di qualcuno in Italia.

        • MarcoL scrive:

          Melodia792, vai su google o su youtube ed incolla questo:

          “il Rabbino Dovid Weiss non sionista racconta il sionismo”

          Dovid Weiss spiega al mondo la differenza tra sionismo e giudaismo: il primo, contrapposto al secondo.

        • Daniela Camomagnani scrive:

          Melodia792, ma tu hai letto il vangelo? Ti do un aiutino…..

          Ezechiele 2,2-5

          In quei giorni, uno spirito entrò in me, mi fece alzare in piedi e io ascoltai colui che mi parlava.
          Mi disse: “Figlio dell’uomo, io ti mando ai figli d’Israele, a una razza di ribelli, che si sono rivoltati contro di me. Essi e i loro padri si sono sollevati contro di me fino ad oggi. Quelli ai quali ti mando sono figli testardi e dal cuore indurito. Tu dirai loro: “Dice il Signore Dio”. Ascoltino o non ascoltino – dal momento che sono una genìa di ribelli –, sapranno almeno che un profeta si trova in mezzo a loro”.

      • Filippo81 scrive:

        Non sono d’accordo MarcoL, non possiamo dare la colpa dei giganteschi,imperdonabili errori degli Occidentali (Libia, Iraq ,Kossovo,Egitto,ecc) ad Israele.Anche il terrorismo sunnita non può essere imputato ad Israele, sarebbe fantapolitica. I gravi misfatti degli occidentali sono solo colpa di quest’ultimi. cosi come la furia rabbiosa e crudele degli sgozzatori islamisti è solo colpa loro, non c’entra Israele.La stessa tragica connivenza tra islamismo e certe elites occidentali non è certo imputabile ad Israele.
        A tale proposito l’errore che facciamo noi Occidentali è quello di identificare certi personaggi come Soros, Rockefeller,Rothschild e tanti altri speculatori miliardari che rappresentano l’elite finanziaria e che fanno solo danni, con Israele.Di fatto però costoro sono Ebrei solo all’anagrafe, ma sono personaggi per cui la religiosità è l’ultimo dei problemi, le loro Divinità uniche sono il Denaro e il Potere, e non hanno nessuno scrupolo pur di raggiungere i loro obiettivi. Tutti i gravi danni che questi “casati” hanno fatto nel tempo sono semplicemente da attribuire a loro stessi e non certo a Israele.Distinti saluti.

        • MarcoL scrive:

          Caro Filippo81, le famiglie che hai nominato non professano la religione ebraica. Adorano il denaro e gli affari. Tuttavia se indaghiamo su di loro scopriamo simbologie e rituali che possono essere senza alcuna obra di dubbio catalogabili con la classica etichetta satanica. Nel web si trovano anche foto, illustrazioni di vario tipo. Fin qui nulla di male direbbe un laicista: il satanismo è una religione come le altre ed un diritto per chi la professa. Ma questi signori hanno dei patrimoni che ammontano ad alcune centinaia di trilioni di dollari. Essi posseggono, quando non detengono il controllo tramite quote azionarie, la maggior parte delle principali banche ed industrie del globo insieme a tanti altri – come dici te – ebrei solo all’anagrafe. Ti sembra irragionevole che questi senzadio o satanisti influenzino in modo negativo almeno un pò la società moderna? Ti ricordo che controllano anche le industrie del tabacco e della pornografia. Il vizio… Controllano le nostre banche, multinazionali del petrolio e le agenzie di rating. In altre parole sono, in grossa parte, responsabili dell’andamento della nostra economia. Possono spostare capitali da una parte all’altra del mondo causando crisi da una parte e boom dall’altra. Ne consegue che controllano anche la politica. Ti sei mai chiesto perchè i nostri politici sono così ridicoli? Possibile che una nazione come l’Italia che vanta scienziati e menti brillanti, su 60 milioni di persone non riesce a tirar fuori qualcuno che abbia gli attributi? Possibile che all’estero America, Francia, Gran Bretagna abbiano lo stesso nostro problema? I loro strateghi non sanno che creando focolari in medio oriente il mondo arabo esplode? Io non credo nella stupidità dei politici di mezzo mondo. Piuttosto credo che essi seguano un copione scritto da altri. Il peccato dei politici è l’ignavia e la disonestà. Il sistema premia chi possiede queste anti-virtù.

        • MarcoL scrive:

          Caro Filippo, ho già risposto al tuo post e a quello di Giorgio, ma purtroppo solo ora mi sono accorto che quando il commento è troppo lungo passa in stato di “attesa di moderazione”.

          Nell’attesa, ti riassumo il succo del discorso dicendoti che il potere economico è anche potere politico e che la politica occidentale non può essere rimbecillita a tal punto potendosi avvalere della consulenza di fior fior di strateghi. Detto in soldoni qui si segue un copione ben preciso. Anche un bambino oramai avrà capito che accendendo focolari nel mondo arabo la situazione si aggrava. I “tecnici” d’occidente non possono non sapere. In qusto caos possiamo vedere come gli interessi dell’industria bellica ed il piano sionista di destabilizzazione del mondo arabo camminino nella stessa direzione.

  2. Ale scrive:

    Usama El Santawi e’ l’Imam di Cinisello Balsamo cresciuto in Italia da genitori egiziani. Intervistato da “Il fatto quotidiano” ( da vedere il video) fa pensare se realmente sia giusto o no accoglierli. Le parole di questo Imam che inneggiano alla jihad, al Califfato portano a riflettere . Non so se sia ancora giusto accogliere questa gente per poi metterci dei pazzi assassini in casa che inneggiano a guerre, califfati ed infine dicono che in Africa i musulmani sono uccisi dai cristiani. Dice che i musulmani qui in Italia sono maltrattati e costretti a “pregare negli scantinati”. Ora dico che se le loro preghiere sono di odio ed invito alla jihad dovrebbero andare non in cantina ma nelle fogne. Da oggi non sarò più comprensiva verso questa gente che ti pugnala alle spalle e SPUTA NEL PIATTO DOVE MANGIA.

    • franz scrive:

      Ale lo dico senza vena di polemica ma mi permetta di dire che la sua è la posizione della stragrande parte della popolazione europea e italica che purtroppo ha permesso l’arrivo incontrollato di questa gente. Abbiamo “dormito sugli allori” credendo che la nostra storia avrebbe influenzato il mondo ed al contrario gli altri meditavano rivalse ed invasioni. La propaganda ridicola dei meaculpisti ha raggiunto il suo scopo.

  3. anny scrive:

    la religione cristiana e la vera religione che ci fa vivere da fratelli che ci dona la speranza di vita in terra ed oltre la morte ,quello che stanno facendo gli islamici e da rigettare, Gesù perdonò i suoi aggressori per darci l’sempio e per confermarci con questo gesto la vera strada da prendere .Ma credo personalmente che i diabolici atti contro l’umanità cristiana ferita avranno il giusto castigo da parte di Dio. preghiamo che ci preservi Dio da essere coinvolti in conflitt,i preghiamo che si convertano e che smettano la carneficina ,preghiamo perché trionfi il cristianesimo fatto di peccatori si ma di peccatori che vogliono convertirsi per sentirsi figli di Dio e far parte della sua Gloria in eterno nell’amore e nella gioia senza fine .

  4. melodia792 scrive:

    Avere costruito in Europa societá nell’oscurità di Dio e delle coscienze. Ecco i risultati. Chi guida la storia umana misteriosamente é sempre il Dio rivelato per Gesú Cristo. IL califfato è il prodotto delle societá europee e americana. È triste, doloroso, ma è cosí. Per l’egoismo delle multinazionali si continua a chiedere petrolio anche dove comanda con il terrore l’ISIS, cosí puó comprarsi anche una bomba atomica, mentre Obama crede che con alcuni bombardamenti li puó fermare. Soltanto Dio li fermerà. Ma dobbiamo fare la nostra parte. Sono diabolici, servitori di Lucifero. Propongo da qui che gli esorcisti cattolici applichino contro di loro il Rituale Romano per convincerci che Cristo li puó fermare, se noi crediamo nel suo potere divino.

  5. giuliano scrive:

    il vescovo ausiliare di Baghdad rimene stupito dall’assenza di aiuti ai cristiani del suo paese massacrati dalle bestie islamiche. Forse non sa che è stato chiesto aiuto a paesi, quali Italia, Belgio. Olanda, ecc dove la gente è già stata ridotta a bestiame senza cervello e anima dai colleghi delle bestie islamiche, cioè i rossi o comunisti

    • Aldo Cannavò scrive:

      Giuliano,ti faccio notare che le persone ridotte come dici tu dai comunisti,si trovano in miseria perchè le tasse che li affliggono sono gonfiate per mantenere una classe di ministri e burocrati superpagati che guadagnano molto più dei frutti del loro lavoro, che mette fuori concorrenza i prodotti delle nostre aziende costringendole alla chiusura.

  6. Aldo Cannavò scrive:

    Risulta chiaro che i fondamentalisti ignorano la realtà del cristianesimo,che pensano come viene loro presentata dai loro capi religiosi. Bisogna quindi informarli affinchè capiscano l’aberrazione della loro persecuzione.Ritengo necessario usare tutti i media possibili,radio,televisione,internet e volantini da spargere nei loro territori,pure con aerei. Debbono portare le statistiche che specificano il numero dei loro correligionari che l’occidente cristiano accoglie da decenni,dando loro la libertà di culto e di costruire moschee.Bisogna pure informarli che molti mussulmani in occidente si sono fatti una nuova vita,più decorosa di quella che i terroristi islamici hanno nelle loro terre.

  7. franz scrive:

    Sarebbe interessante capire cosa fa e dove si è nascosta la sig.ra Dal Ponte & C così solerti in Serbia e la Sig.ra Botteri con tutti i suoi reportage strappalacrime: che tristezza e che squallore

  8. melodia792 scrive:

    Uno deve conoscere e per conoscere è necessario studiare e non ascoltare i media e la stampa.
    C’é nel mondo mussulmano una differenza fondamentale tra i sunniti, che sono circa il 75% gli sciiti che sono il 20%. Questi ultimi sono maggioranza in Iran che non è un paese arabo, ma persiano di una antichissima civiltà, e vivono anche in Irak. Ora mentre i sunniti non riconoscono nessuna autorità religiosa e considerano il Corano non interpretabile, cioè non si puossono interpretare le Sure, come per esempio interpretiamo noi cristiani cattolici la Bibbia attraverso il Magistero della Chiesa. Qui c’é il nodo piú grave dei sunniti. Gli sciiti invece riconoscono negli Ayatollah l’istanza religiosa che ha il compito di interpretare il Corano alla luce dei tempi. Un pó come facciamo noi cattolici. La Bibbia infatti ha sempre un superavit rispetto all’interpretazione e questa non si esaurisce mai, ma è continuamente reinterpretata dall’infusione dello Spirito Santo. Quando noi parliamo di terrorismo non dimentichiamo che per i sunniti, gli sciiti sono considerati dei “cripto cristiani” e pertanto infedeli. Tra l’altro nei viaggi alla Mecca, gli sciiti vengono sempre massacrati dai sunniti. Nel mondo del terrorisimo islamico, sfido qualsiasi che mi dia il nome di un mussulmano sciita acusato di tale orrendo crimine. Guarda caso sono tutti sunniti: marocchini, libici, egiziani, sauditi, del Quatar, emirati arabi, ceceni. Solamente per la miopia dell’Occidente e dell’Europa e per la loro sete di petrolio sono alleati di quei paesi. Nessuno di loro è democratico, anzi, governati da oligarchie monarchiche, mentre con Iran l’Occidente ha sempre tentato di distruggere il governo islamico degli ayatollah, come la Siria di Assad, che non è sunnita, ma alawita.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana