Google+

La superiorità dei blancos spiegata dal Petisso Pesaola

giugno 9, 2017 Fred Perri

Dopo la partita Juventus-Real Madrid (1-4), ecco che parte la caccia al colpevole, basta che ce ne sia uno, al processo sommario. Mai che ci sia un diverso parere

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Avete mai ragionato, compagni, amici e bastardi di ogni genere e grado, sulla scomparsa dell’aneddoto? Già, vi capisco, già ragionare è dura. L’aneddoto appartiene, infatti, alla tradizione orale, quando le persone si parlavano e si raccontavano storie, avvenimenti, fatti. Ora prevale la comunicazione virtuale e quindi l’auto-trombonismo indotto. Cioè nessuno racconta più, si danno solo pareri e opinioni. Vostri? Suvvia, ma veramente pensate che per il solo fatto di nascondervi dietro un tweet o una pagina Facebook possiate veramente averne, dico di opinioni rilevanti? Io, invece, che ne ho, qui ora vi racconto un aneddoto.

Molti anni fa il leggendario Bruno “Petisso” Pesaola allenava l’Atalanta. Alla vigilia di una partita promette: «Domani jocheremo todos all’attaque». Il giorno dopo i suoi giocatori fanno novanta minuti di catenaccio furioso, in undici dentro la propria aerea. Finisce la partita e i giornalisti aggrediscono Pesaola: si vergogni, aveva promesso novanta minuti di attacco. E lui, serafico: «E me hanno rubato la idea».
Assisto, da quando è finita Juventus-Real Madrid (1-4) alla prevalenza dell’allenatore che alberga in tutti voi, anche nei migliori di voi dal punto di vista umano. Purtroppo siete italiani e quindi indulgete alla banalità, alla caccia al colpevole, basta che ce ne sia uno, al processo sommario. Mai che ci sia un diverso parere. Il Real Madrid ha tenuto bene il campo quando la Juventus ha provato a forzare, ha confezionato una gabbia per Dybala che con le sue accelerazioni dà la superiorità offensiva alla Juve, ha isolato Higuain, ha messo la museruola a Khedira. È stato superiore, cazzo. Gli ha rubato l’idea.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.