Google+

La corte europea di Strasburgo dice di nuovo no a Berlusconi

aprile 16, 2014 Chiara Rizzo

Respinta la richiesta di sospendere le pene accessorie per consentire la sua candidatura alle europee. Per la Corte dei diritti dell’uomo un intervento su uno Stato è possibile solo se è a rischio l’incolomità fisica

Nuova bocciatura della Corte europea dei diritti dell’uomo ad un ricorso presentato per Silvio Berlusconi e la sua candidatura alle europee. Oggi pomeriggio la Corte di Strasburgo ha respinto per la seconda volta la richiesta di sospendere le pene accessorie per Berlusconi, che gli impediscono di candidarsi alle elezioni.

«NON È A RISCHIO LA VITA». La Corte ha spiegato che anche questo secondo ricorso è stato presentato dall’avvocatessa Ana Palacio a nome di alcuni deputati di Forza Italia, dopo quello esaminato lo scorso 8 aprile. Si chiedeva alla Corte la sospensione immediata delle pene accessorie, in virtù della cosiddetta regola 39. La Corte ha rigettato questa richiesta spiegando che il campo di applicazione della regola, che consentirebbe alla Corte di imporre ad uno Stato misure immediate per rimediare o impedire una violazione dei diritti umani, è solo quello in cui la vita di una persona e la sua incolumità fisica sono a rischio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. filomena scrive:

    Il problema è che la corte europea non si rende conto che se non può dire almeno tre barzellette al giorno davanti a un pubblico ne va della sua vita. Pover uomo come si può aiutarlo? Ho sentito che oggi la NASA ha detto di aver scoperto un pianeta dove ci potrebbe essere vita. Propongo di spararlo con la mosca atomica e farlo atterrare tra gli alieni. Sai quanti voti acchiappa raccontandogli la barzelletta della mela! Un successo garantito, lo eleggono subito e noi ce lo togliamo di mezzo.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana