Google+

Inps, Mastrapasqua lancia un allarme sul bilancio dell’istituto

novembre 14, 2013 Chiara Rizzo

Ascoltato in commissione bicamerale, il presidente dell’Istituto di previdenza ha spiegato di aver avvertito i ministri all’Economia e al Lavoro che l’accorpamento di altri enti ha creato «squilibri incolmabili»

Il bilancio dell’Inps darebbe «un segnale di non tranquillità»: lo ha appena dichiarato davanti alla commissione bicamerale sul controllo degli enti previdenziali Antonio Mastrapasqua, presidente dell’Inps.

«SQUILIBRIO INCOLMABILE». Mastrapasqua ha fatto sapere di aver già scritto ai ministri dell’Economia Fabrizio Saccomanni e del Lavoro, Enrico Giovannini, avvertendoli della situazione e chiedendo loro di fare un’accurata riflessione sui conti dell’Istituto previdenziale. Le motivazioni che lasciano cupi timori sul bilancio Inps, secondo quanto ha dichiarato Mastrapasqua alla commissione oggi, non riguardano tanto il presente dell’istituto stesso quanto buchi incolmabili provenienti da un altro ente, l’Inpdap, accorpato poi all’Inps: «un accorpamento che ha creato uno squilibrio incolmabile». Ha spiegato Mastrapasqua infatti che c’è «uno squilibrio imputabile essenzialmente ai deficit ex Inpdap, alla forte contrazione dei contributi per blocco del turnover del pubblico impiego e al continuo aumento delle uscite per prestazioni istituzionali». L’audizione del presidente dell’Inps in Commissione è stata aggiornata a data da destinarsi.

SACCOMANNI: «SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO». Il deficit Inpdap si sarebbe avviato nel 2008, data fino a cui lo Stato trasferiva delle risorse per coprire le spese di gestione dell’ente di previdenza per i pubblici impiegati: poi il buco Inpdap avrebbe stravolto i conti dell’Inps con l’accorpamento voluto dal governo Monti, secondo quanto puntualmente riferito stamane da Mastrapasqua: «Sarebbe auspicabile riflettere sulla possibilità di intervenire, per legge, in modo da tornare alla situazione precedente alla Finanziaria del 2008, quando in pratica l’Inpdap diventò debitore dello Stato da creditore che era, con la conseguente generazione dello squilibrio, che ora, dopo la fusione, ricade sull’Inps». Nel 2011 – come si può leggere nella nota Inps di assestamento del bilancio 2012 – l’Indpap ha riversato sul bilancio complessivo i suoi 10,2 miliardi di euro di disavanzo patrimoniale, e circa 5,8 miliardi di euro per l’esercizio 2012. Oggi Mastrapasqua ha chiesto: «L’accorpamento deve consentire la realizzazione di una riduzione dei costi complessivi di funzionamento non inferiore a 20 milioni di euro nel 2012, 50 milioni di euro per l’anno 2013 e 100 milioni di euro a decorrere dal 2014». A gettare acqua sul fuoco ci ha pensato il ministro all’Economia, Fabrizio Saccomanni, che ha tranquillizzato sulla situazione spiegando che « È un problema tecnico che stiamo valutando, ne abbiamo parlato anche con Giovannini, ci sta lavorando la ragioneria, non c’è nessun motivo di allarme».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana