Google+

Il solito dibattito sulle donne vere che hanno le curve

novembre 3, 2012 Elisabetta Longo

Ogni tanto c’è qualche casa di moda che sceglie di non utilizzare le solite top model emaciate. Motivo: incoraggiare la “bellezza vera”, quella delle donne comuni, che corrisponde in media a una 44/46, e non a una 38 striminzita. Operazioni di questo tipo sono però viste in modo strano dato che sembrano contentini che le […]

Ogni tanto c’è qualche casa di moda che sceglie di non utilizzare le solite top model emaciate. Motivo: incoraggiare la “bellezza vera”, quella delle donne comuni, che corrisponde in media a una 44/46, e non a una 38 striminzita. Operazioni di questo tipo sono però viste in modo strano dato che sembrano contentini che le case di moda offrono al genere femminile. In Gran Bretagna è stato addirittura istituito un gruppo parlamentare per vigilare sulla “body image”, per vigilare sui concetti estetici che passano dalle pubblicità di moda, e dagli esempi sbagliati che vengono dati.

NON È SOLO LINGERIE. Marks&Spencer, catena di abbigliamento, ha scelto donne con forme generose come testimonial per una linea di lingerie, di quelle modellanti e contenitive, con grande gioia di uno dei rappresentanti della “Body image”, Caroline Nokes su tutti. Che si è quindi scontrata con una dottoressa sempre presente sulle tv inglesi, Ellie Cannon, che ha addirittura colpevolizzato Marks&Spencer di contribuire a promuovere l’obesità. Peccato che le donne proposte per pubblicizzare la linea di lingerie non siano gravemente in sovrappeso, ma semplicemente abbiano forme normali. La Nokes dice che una loro ricerca dimostra che il 200 per cento delle donne comprerà un prodotto se chi lo propone sembra simile a una donna normale, mentre la Cannon dà del malato a chi ha qualche chilo di troppo, esattamente come fa senza troppi problemi il dietologo Pierre Dukan. Tra i due litiganti non si sa chi è peggio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana