Google+

L’eugenetica è già disponibile negli Stati Uniti. Selezionare i «gameti perfetti» costa solo 1.500 euro

aprile 22, 2014 Leone Grotti

GenePeeks ha ideato un algoritmo che a partire dai geni dei due genitori biologici è in grado di prevedere il corredo genetico del futuro bambino

eugenetica-genepeeksL’eugenetica non è un pericoloso rischio a cui la fecondazione eterologa potrebbe aprire in un futuro lontano ma una pratica Prêt-à-porter disponibile già oggi. Negli Stati Uniti infatti sarà praticabile da inizio maggio a prezzi contenuti: due cliniche americane specializzate in fecondazione assistita e dotate di banca del seme hanno stretto un accordo con GenePeeks, società che ha inventato una nuova tecnica per sapere in anticipo il dna del futuro embrione e selezionarlo di conseguenza.

EUGENETICA. GenePeeks ha ideato un algoritmo che a partire dai geni dei due genitori biologici è in grado di prevedere il corredo genetico del futuro bambino: è sufficiente inserire in un programma il dna della madre e combinarlo con quello dei donatori di sperma disponibili, per vedere come sarà il futuro embrione e scegliere l’opzione preferita. L’obiettivo dovrebbe essere scartare in partenza gli embrioni che presentano malattie genetiche ma il programma è anche in grado di mostrare alcuni tratti del futuro bambino come il colore degli occhi o dei capelli, l’altezza e perfino la dimensione del seno nel caso di una femmina.
I genitori potranno a quel punto scegliere la combinazione preferita e più soddisfacente alle loro esigenze e desideri.

GAMETI PERFETTI A 1.500 EURO. La scelta dei «gameti perfetti» costerà solo 1.500 euro. Secondo l’ideatore di GenePeeks, il professore Lee Silver dell’Università di Princeton, la nuova tecnica permetterà di cancellare il rischio di dare alla luce un figlio con malattie legate al corredo genetico, come la fibrosi cistica o la malattia di Tay-Sachs.
La nuova tecnica, secondo la rivista New Scientist, «ha potenzialità incredibili» e può «cambiare l’esperienza dell’essere genitori». Ovviamente non ci sono ancora prove che GenePeeks funzioni ma nell’intenzione dei creatori c’è quella di riuscire a individuare anche malattie più complesse che derivano non solo dalle mutazioni di un singolo gene ma da quelle di più geni combinati. L’eugenetica non è più un tabù negli Stati Uniti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. filomena scrive:

    Scegliere il colore degli occhi o dei capelli mi sembra una vera stupidaggine anche perché se poi non piacciono si possono cambiare. (Tinta, lenti ecc)
    Avere la possibilità di evitare le malattie genetiche invece credo sia una cosa importante che eviterebbe sofferenze inutili.

    • Giannino Stoppani scrive:

      Più che giusto.
      Evitiamo sofferenze inutili facendo fuori gli embrioni la cui supposta sofferenza farebbe soffrire anche noialtri che siamo gente sensibile.
      E siccome la malattia, la fame e povertà fanno tristezza a noialtri gente sensibile, ammazziamoli tutti i malati, gli affamati e i poveri che popolano questo pianeta, in modo da realizzare, finalmente, il tanto sospirato “mondo migliore”!.

      • filomena scrive:

        Ma possibile che non capisci una cosa elementare e cioè che un embrione non è una persona ammalata, affamata o povera. Prima di essere impiantato è una cellula fecondata, NON altro.

  2. Patrizia scrive:

    E allora perché no tutti biondi e con gli occhi azzurri..?? Invece di andare avanti e imparare dal passato, mostriamo gli stessi deliri di onnipotenza

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana