Google+

Cina, l’attivista Hu Jia libero dopo tre anni e mezzo di prigione

giugno 27, 2011 Redazione

E’ uno dei più noti attivisti cinesi per i diritti umani ed è stato più volte candidato al premio Nobel per la Pace. Tornato a casa dalla moglie, Hu rischia una specie di arresti domiciliari come i dissidenti Ai Weiwei e Chen Guangcheng. E’ inviso al regime comunista dal 2000, quando chiese indennizzi per i malati di Aids infettati per errore da personale medico statale

Hu Jia, uno degli attivisti cinesi per i diritti umani più famosi, è stato liberato oggi dopo aver passato tre anni e mezzo in prigione. L’uomo di 37 anni si è ricongiunto con la moglie Zeng Jinyan e i genitori.

Hu era stato condannato nel 2008 per «aver incitato alla sovversione contro lo Stato». Fra le sue «colpe» vi sono l’aver dato interviste a media stranieri; aver tenuto i collegamenti con attivisti e dissidenti; aver difeso il rispetto dei diritti umani e della libertà religiosa. (…) In questi anni Zeng ha molto sostenuto suo marito e ha spesso chiesto la sua liberazione, a causa della fragile salute. In una breve intervista stamane ha spiegato che forse suo marito non potrà parlare con i giornalisti per un lungo periodo. «Dare interviste in questo momento – ha detto – potrebbe causare problemi»” (AsiaNews).

“È probabile che per Hu Jia, alla liberazione dalla prigione segua qualcosa di simile agli arresti domiciliari, senza poter comunicare con nessuno. La sua sorte sarebbe simile a quella di Ai Weiwei e Chen Guangcheng, due altre grandi personalità della dissidenza, liberate dalla prigione, ma costrette al silenzio e al domicilio coatto. Chen è stato anche picchiato dalle guardie che lo controllano 24 ore su 24” (AsiaNews).

Nel dicembre del 2008 l’Unione Europea ha insignito Hu Jia con il Premio Sakarov per i diritti umani. “Convertito al buddismo verso i 20 anni, il dissidente è stato un ambientalista, elogiato anche dai media ufficiali. Ma poi, intorno al 2000 ha cominciato a chiedere indennizzi per i malati di Aids infettati da trasfusioni ad opera di personale medico statale e a difendere attivisti per i diritti umani, fino ad essere il punto di contatto di molta dissidenza” (AsiaNews).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download