Google+

Altro che Proust, a rimanere chiusi sugli scaffali sono i libri di cucina

gennaio 17, 2013 Elisabetta Longo

Seduti sul divano i telespettatori fanno zapping tra i canali ricolmi di programmi di cucina. Lo scopo è imparare i trucchi per fare dei perfetti soufflé in una sola lezione e la convinzione è che basti guardare. Ma poi, quante volte succede di cimentarsi nella ricetta vista fare con maestria dal cuoco televisivo? Lo stesso […]

Seduti sul divano i telespettatori fanno zapping tra i canali ricolmi di programmi di cucina. Lo scopo è imparare i trucchi per fare dei perfetti soufflé in una sola lezione e la convinzione è che basti guardare. Ma poi, quante volte succede di cimentarsi nella ricetta vista fare con maestria dal cuoco televisivo? Lo stesso si potrebbe dire per i libri di cucina. I lettori sono tutti convinti che comprare un libro di Jamie Oliver basti per spingerli a preparare un filetto alla Wellington cucinato in modo succulento. Il più delle volte invece il libro rimane chiuso e si continua ad andare avanti a surgelati.

INTIMIDATORI. Alla Waitrose, grande magazzino inglese riservato alla gastronomia, hanno fatto un sondaggio tra i propri acquirenti, per sapere quanto di affidassero ai libri di ricette dei cuochi famosi per allestire un menù. Il 40 per cento ha risposto di non averli mai aperti, perché spaventati da ingredienti strani, preparazioni troppo complicate per la mamma lavoratrice o abbinamenti complessi. Due su tre (il 67 per cento) ha addirittura detto di trovare “intimidatori” i toni con i quali vengono spiegate le ricette. Effettivamente, l’aggettivo si addice proprio al re dei programmi di cucina, Gordon Ramsay.

CHIFFONADE. Il 45 per cento ha confessato di non avere idea di cosa significhino certi termini di cottura, come “concassé” o “chiffonade”. Come se non bastasse, quasi tutti confessano di avere circa 10 libri di cucina ma di aver provato al massimo quattro o cinque ricette. Insomma, se un libro di cucina ormai non si nega a nessuno, non si nega a nessuno nemmeno il diritto di non leggerlo.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana