Videomessaggio Berlusconi? Epifani: «Dichiarazioni sconcertanti», «toni da guerra fredda» e «offensivi»

Epifani definisce «irricevibili gli attacchi alla Magistratura e alle istituzioni» pronunciati da Berlusconi. E aggiunge «si corre il rischio di aggravare i problemi, invece, serve coesione e buongoverno»

Il segretario del Pd, Guglielmo Epifani, si dice scandalizzato delle «dichiarazioni sconcertanti» di Silvio Berlusconi nei confronti del suo partito. Nonostante il Pd stia lavorando per espellere Berlusconi dal Parlamento, Epifani si stupisce della reazione dell’alleato di governo e dei «toni da guerra fredda» e «offensivi» usati dal leader del centro-destra nel suo videomessaggio.

PARTITO DEMOCRATICO. Epifani definisce «irricevibili gli attacchi alla Magistratura e alle istituzioni» pronunciati da Berlusconi. E aggiunge «si corre il rischio di aggravare i problemi, invece, serve coesione e buongoverno» . Un messaggio, quello lanciato dal Cavaliere, spiega Epifani, «irresponsabile»  perché mentre è in corso la crisi economica «getta benzina sul fuoco». Il segratario del Pd avverte che «da oggi in poi si assumerà le responsabilità di quello che potrà accadere al governo».