Bombe giocattolo e lanciarazzi. La Cina educa i bambini di Hong Kong

Il 15 aprile si è tenuta a Hong Kong la giornata dell’educazione sulla sicurezza nazionale. L’obiettivo del governo era quello di indottrinare i bambini sull’importanza della legge sulla sicurezza nazionale. La norma, imposta dalla Cina illegalmente all’isola nel luglio 2020, ha di fatto azzerato le libertà civili dell’ex città autonoma.

Ogni scuola ha organizzato degli eventi e anche la polizia di Hong Kong ha invitato i bambini a vedere come il dissenso verrà represso d’ora in poi. Come si può vedere nel video realizzato dal South China Morning Post, la polizia ha messo in mostra davanti ai giovani mezzi blindati, elicotteri, agenti in assetto antisommossa. Ha anche inscenato alcune cerimonie: l’alzabandiera, il passo dell’oca, la repressione di una manifestazione “non autorizzata”.

Infine, ai bambini sono state fatte provare armi vere e giocattolo: bombe, granate, lanciarazzi, mitra, fucili. Educare i bambini di Hong Kong a esaltare la legge che cancella i loro diritti è un’iniziativa degna di un regime totalitario.