Aperte le porte sante a Gerusalemme, Erbil e Aleppo

«La nostra testimonianza, attraverso l’apertura della porta del “cristianesimo della misericordia” a tutti, è un segnale per dire: “Avvicinatevi e gustate l’amore di Cristo”»