Alé, il razzista del giorno è “la moda italiana”

Cos’hanno in comune un maglione-passamontagna, una scimmietta e gli spot con bacchette e spaghetti che tanti lutti addussero a Gucci, Prada e Dolce & Gabbana? La nazionalità. Ora tocca alle passerelle finire a processo