Google+

Stiamo diventando una Repubblica presidenziale?

luglio 16, 2018 Peppino Zola

Il fatto che Mattarella abbia deciso nella stessa settimana di tacere sul potere giudiziario e intervenire sul potere esecutivo non dovrebbe lasciarci tranquilli

Caro direttore, chiarito, in premessa, che l’attuale governo non è il mio governo e che non intendo entrare nel merito delle questioni, vorrei comunicarti alcune mie perplessità (ma, credo, non solo mie) circa il comportamento tenuto dal presidente della Repubblica durante la settimana appena terminata. Perplessità che riguardano l’aspetto istituzionale e costituzionale.

Lunedì scorso, il presidente ha accettato di ricevere il ministro dell’Interno, purché non si parlasse di temi attinenti la magistratura e ciò per ragioni ovvie, stando al comunicato del Quirinale. Probabilmente, questa scelta del presidente è stata dettata dalla considerazione che la Costituzione afferma che la magistratura costituisce un ordine autonomo e indipendente. La nostra, infatti, è una Costituzione basata sul principio della separazione tra il potere legislativo, quello esecutivo e quello giudiziario. Il presidente della Repubblica, che esercita le sue funzioni di garanzia, non appartiene ad alcuno di tali poteri, rappresentando l’unità nazionale. È, quindi, parzialmente plausibile che il presidente non intenda entrare nel merito delle decisioni della magistratura. Dico “parzialmente”, perché anche la magistratura potrebbe compiere errori distanziandosi dalle prescrizioni costituzionali e da quanto previsto dalle leggi in vigore. Anche in questi casi il presidente, che è anche presidente del Csm, sarebbe tenuto al silenzio?

IL CASO DEL BARCONE. La mia perplessità, poi, è cresciuta quando ho constatato, come hanno ampiamente descritto tutti i mass media, che pochi giorni dopo (durante la stessa settimana) il presidente della Repubblica è entrato in modo deciso (la cronaca calcistica parlerebbe di “piedi uniti”) nelle prerogative di un altro potere dello Stato, quello esecutivo, a proposito dello sbarco in un porto italiano di una nave che trasportava persone provenienti da vari paesi. Probabilmente, questa intrusione è stata determinata anche dalla debolezza dell’attuale premier, ma la mia perplessità non diminuisce per questo, perché ho l’impressione che il presidente abbia messo in atto un precedente che potrebbe diventare molto problematico in altre situazioni. Soprattutto mi chiedo: il nostro assetto istituzionale si sta, a poco a poco, trasformando da una Repubblica parlamentare in una Repubblica presidenziale? Infatti, secondo l’attuale testo costituzionale, il presidente non ha poteri “esecutivi” che possano sostituirsi a quelli del governo (come non ha poteri legislativi che possano sostituirsi a quelli del parlamento).

Mi ha colpito, in sintesi, che, durante una stessa settimana, il presidente della Repubblica abbia scelto di tacere circa il potere giudiziario, mentre ha scelto di intervenire decisamente nei confronti del potere esecutivo.
Caro direttore, anche a distanza di qualche giorno, questo diverso comportamento non mi lascia del tutto tranquillo.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.