Sempre meno cristiani in Gran Bretagna: molti credono nell’heavy metal e nei cavalieri Jedi

Il cristianesimo rimane la religione più seguita, ma in dieci anni ci sono 4 milioni di cristiani in meno. Persistono i culti non religiosi come l’heavy metal o la fede Jedi.

I cristiani in Gran Bretagna sono sempre di meno, mentre si fanno strada molte altre religioni oltre a quelle ufficiali. È il risultato del censimento 2011 nel Regno Unito, i cui dati sono stati diffusi ieri. Al primo posto tra le religioni più seguite c’è sempre il cristianesimo (59 per cento), ma il numero dei fedeli è sceso da 37,3 milioni nel 2001 a 33,2 milioni nel 2011. Al secondo posto c’è l’islam, passato dal 3 al 4,8 per cento, seguito da induismo e sikh (indiani e pakistani sono tra gli immigrati più presenti in Gran Bretagna. Infine ci sono ebraismo e buddismo.

CAVALIERI JEDI. Ma c’è di più. Nel censimento del 2001 ben 390.127 persone avevano dichiarato di essere devote alla religione dei cavalieri Jedi, quelli di Guerre Stellari, per intenderci. Nel 2011 gli adepti sono calati del 50 per cento ma sono ancora tanti, lo 0,31 per cento della popolazione inglese. Ci sono invece 6242 persone che hanno dichiarato di seguire la religione dell’heavy metal.

L’AREA DI NORWICH. Salgono gli inglesi che si dichiarano atei, 29267, mentre 13 milioni e 800 mila persone, cioè il 25,1 per cento della popolazione (nel 2011 erano il 14,8), dichiarano di non avere nessuna fede in particolare. L’area meno religiosa risulta essere quella di Norwich, nella zona orientale della Gran Bretagna. Qui c’è la concentrazione più alta di metallari e cavalieri jedi.