Google+

Renzi aveva promesso di stupirci sulla scuola. Tutto rimandato. In effetti siamo stupiti

agosto 29, 2014 Redazione

Nell’intervista concessa al settimanale Tempi, il presidente del Consiglio Matteo Renzi aveva detto: «Sulla scuola vi stupirò». Ma qualcosa è andato storto

Nell’intervista concessa al settimanale Tempi, il presidente del Consiglio Matteo Renzi aveva detto: «Sulla scuola vi stupirò». In particolare, aveva fissato nella data di oggi, in cui si svolge il Consiglio dei ministri, il giorno in cui presentare le novità.

renzi-intervista-tempi«Sulla scuola stiamo lavorando, e seriamente, con il ministro Giannini e con la sua squadra. E il 29 agosto presenteremo una riforma complessiva che, a differenza di altre occasioni, intende andare in direzione dei ragazzi, delle famiglie e del personale docente che è la negletta spina dorsale del nostro sistema educativo. Che non è affatto vero sia un problema, ma un asset strategico del nostro Paese, che va valorizzato e messo in sicurezza. In ogni caso la sfida educativa è la mia priorità. Tra dieci anni l’Italia non sarà come l’avranno fatta i funzionari degli uffici studi delle banche o i politici di Montecitorio; l’Italia sarà come l’avranno fatta le maestre, i maestri, gli insegnanti».

Qualcosa deve essere andato storto (il problema è sempre lo stesso: le coperture finanziarie). Dopo l’intervento del ministro Stefania Giannini al Meeting di Rimini, in cui si ribadivano grandi sorprese e rivoluzioni, sono uscite altre notizie. La prima che non ci sarebbe stato alcun decreto, poi che tutto era stato rinviato. «È solo un rinvio per evitare di mettere troppa carne al fuoco, la riforma non salta», dicono da Palazzo Chigi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

11 Commenti

  1. Orazio Pecci says:

    Mi tocca rivalutare l’Economist, che (nell’articolo illustrato dalla magistrale immagine della Eurobarchetta di carta in affondamento con sopra Renzi che lecca il gelato) così riassume la situazione con britannica concisione:
    “In Italy, they plan, they announce, but they do not DO!”

    • Filippo81 says:

      Caro Orazio, io sono contrario a Renzi, ma anche ai suoi finti antagonisti di centrodestra, quindi non lo difendo assolutamente, ma quelli dell’Economist sono gli ultimi che possono parlare,,,”In England, they plan,they announce, and they DO WRONG ! “

  2. Controcorrente says:

    Renzi ha già frenato gli si sono attaccate le pastiglie dei freni.

    • Filippo81 says:

      Del resto dall’ennesimo governo imposto dalla troika cosa ci aspettavamo ,ragazzi ?

      • Controcorrente says:

        La troiKa?
        Nessun governo anche quello più liberista della storia italiana con maggioranza bulgara( Berlusconi 2008 che io ho votato ) non ha fatto nulla per riformare la scuola, perchè questa è un apparato di burocrazia e statalismo.

        • Sebastiano says:

          Sbagliato.
          La riforma Tremonti-Gelmini è stata fatta e ha centrato perfettamente i suoi obiettivi. Nell’ordine:
          a) fare cassa (7-8 miliardi di euro);
          b) distruggere pressoché completamente il settore dell’istruzione professionale;
          c) amammaluccare studenti e famiglie con la favoletta dell’alternanza scuola-lavoro, dopo che a quest’ultima sono state tolte le già magrissime risorse.

          Un lavoro perfetto, svolto da veri killer professionisti.

          • Controcorrente says:

            Caro Sebastiano
            ti dirò di più al Meeting 2010 il prof Franco Nembrini fece notare al duo Tremonti Gelmini che una massaia bergamasca avrebbe fatto risparmiare allo stato almeno la metà di quello che spendeva per ogni studente parificando sul serio il sistema scolastico.

  3. clo says:

    ma renzi e’ un santo, santa pazienza di renzi, su questo sito nin si possono dire parolacce, ma ce ne starebbero eccome.
    lasciamolo lavorare e piantiamola di essere negativi!

  4. francesco taddei says:

    sono vent’anni che al meeting c’è la passerella politica dell’unto del signore di turno, dai cattolici ai laici, ai premier inglesi pseudoconvertiti. tutti a fare promesse con il pesce amicone di turno che abbocca e regala il voto.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Kia Stinger è un’auto che segna per l’azienda coreana un nuovo approccio: 380 cavalli, quattro posti, design e grinta da sportiva. per questo anche le attività di marketing e comunicazione seguono un percorso diverso. Stinger approda in tv con “Wishlist, il metodo Stinger”, una mini-serie di 3 episodi da 30 minuti, in onda sul NOVE la […]

L'articolo Kia Stinger, mini serie per la tv proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.