Perché Bersani e Monti “cinguettano”? Perché hanno visto questo sondaggio

Secondo Tecnè ci sarebbero meno di 4 punti percentuali tra centrodestra e centrosinistra. Uno scenario che renderebbe indispensabile un accordo fra centro e sinistra

Elezioni. L’ultimo sondaggio in ordine di tempo – oltre a quello di Ipsos rivelato ieri a Ballarò – è arrivato sempre ieri per SkyTg24 ad opera di Tecnè.

Secondo Tecnè diminuisce il divario tra centrosinistra e centrodestra, ora al 3,7 (era al 5,7 al 31 gennaio). La coalizione di Bersani sarebbe al 33,1, quella di Berlusconi al 29,4, il M5S al 16,3, il centro di Monti al 12,6, Ingroia al 5,2, Oscar Giannino all’1,5.

Per quanto riguarda i partiti: il Pd è in calo al 28,9 per cento (-0,3), il Pdl è fermo al 20,7, il Movimento 5 Stelle è al 16,3 (+0,2), Scelta civica di Monti è al 8,5 (-0,2), la Lega Nord al 5,5 (-0,3), Rivoluzione Civile al 5,2 (+0,3), Sel 3,7 (+0,2) Udc al 3,3 (-0,1). Gli incerti sono il 33,5 (-0,6).