Google+

Nigeria, un milione di donne musulmane e cristiane sfileranno per le studentesse sequestrate da Boko Haram

aprile 29, 2014 Redazione

Massiccia adesione all’iniziativa della moglie del governatore del Borno per chiedere la liberazione delle oltre aduecento ragazze che sarebbero ancora nelle mani dei terroristi islamici

Articolo tratto dall’Osservatore Romano – Un milione di donne nigeriane, vestite di rosso, sfileranno domani in corteo per le strade della capitale federale Abuja per chiedere la liberazione delle studentesse rapite a metà aprile nel dormitorio di un liceo di Chibok, nello Stato nordorientale del Borno. Del sequestro è ritenuto responsabile il gruppo fondamentalista islamico Boko Haram, artefice di attacchi e atti di terrorismo che hanno provocato negli ultimi anni migliaia di vittime.

L’iniziativa è stata organizzata da Hajiya Nana Kashim Shettima, la moglie del governatore del Borno, lo Stato in cui Boko Haram ha il suo principale radicamento. Il numero di un milione di donne che parteciperanno all’iniziativa è stimato concordemente da tutta la stampa nigeriana.

Alla marcia hanno aderito numerose associazioni locali di donne musulmane e cristiane. Hajiya Nana Kashim Shettima ha chiamato in piazza anche tutte le mogli dei funzionari della regione, sia federali sia locali, per aumentare le pressioni sui propri mariti affinché risolvano la situazione. «Mettiamo da parte tutte le differenze di fede, etniche, prendiamoci tutte per mano per liberare queste ragazze», ha detto la donna. Secondo la denuncia dei genitori — che smentiscono diverse affermazioni fatte dall’esercito in questi giorni — 234 studentesse sarebbero ancora nelle mani dei sequestratori.

Nei giorni immediatamente seguenti al rapimento, erano state ritrovate 44 ragazze. Alcune erano riuscite a nascondersi al momento dell’irruzione nel dormitorio del liceo di Chibok, mentre altre erano riuscite a sfuggire ai loro sequestratori. Voci circolate con insistenza ancora nelle ultime ore sostengono che le ragazze sarebbero tenute prigioniere in una base di Boko Haram nella foresta di Sambisa, vicino al confine con il Camerun.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Emanuele says:

    E’ molto bello che anche le ragazze musulmane si siano unite a questa marcia. Vuol dire che disapprovano gli atteggiamenti oltranzisti di Boko Haram.

  2. Ale says:

    Le donne hanno sempre una marcia in più..non si fanno dividere da differenze di religione. Dobbiamo imparare tutti.

  3. Falco says:

    Possibile che i piagnistei fuori lupgo della ns. Presidentessa della camera sulla condizione delle donne facciano piu’ notizia di 1 milione di donne mussulmane e cristiane che manifestano per la liberazione di 234 donne rapite?!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.