Nigeria. Gli Usa inseriscono in via ufficiale Boko Haram tra le «organizzazioni terroriste straniere»

La designazione, anticipata da Reuters, impone il congelamento delle finanze del gruppo e il blocco delle trattative economiche legate ai terroristi islamici

Oggi il dipartimento di Stato americano inserirà formalmente il gruppo islamista Boko Haram tra le «organizzazioni terroriste straniere». La notizia è stata riportata in forma anonima a Reuters da membri del Congresso Usa.

BLOCCO DELLE FINANZE. La designazione è importante perché impone il blocco immediato di tutte le trattative economiche di una qualunque azienda americana con Boko Haram, oltre al congelamento delle loro risorse finanziare. Il gruppo terrorista, che nella lingua locale significa «L’educazione occidentale è peccato», ha come obiettivo di creare uno Stato islamico nel nord della Nigeria e di cacciare tutti i cristiani.

SCUOLE E POSTI DI BLOCCO. Negli ultimi mesi gli attacchi di Boko Haram si sono fatti sempre più cruenti e indiscriminati trasformandosi in una vera e propria guerra allo Stato. A inizio novembre hanno ucciso lungo un’autostrada più di 30 persone all’interno di un corteo nuziale, compreso lo sposo. Sempre più spesso i terroristi islamici si travestono da soldati dell’esercito e creano finti posti di blocco per fermare le automobili e freddare sul posto i guidatori.
Un’altra delle tattiche preferite degli estremisti islamici è quella di colpire le scuole, soprattutto quelle non islamiche per seminare il terrore tra insegnanti e studenti e per impedire che venga insegnata un’altra legge al di fuori della sharia.