Nigeria. Boko Haram aumenta l’utilizzo di bambini soldato

Tra il 2017 e il 2019 i terroristi islamici hanno reclutato 1.385 bambini a partire dai 5 anni. I piccoli diventano kamikaze, ai grandi «viene promesso il paradiso»

bambini soldato africa

Boko Haram ha aumentato il reclutamento di bambini per combattere la guerra santa contro lo Stato nigeriano e i cristiani. Ne è sicuro il colonnello Timothy Antiga, portavoce della Mnjtf, alleanza militare multinazionale che combatte i terroristi islamici e comprende i paesi che confinano con il lago Chad.

IN TRE ANNI ALMENO 1.385 BAMBINI USATI

«Le informazioni su questo sviluppo inquietante ci provengono da fonti di intelligence e anche da singoli individui», ha dichiarato come riportato da Voa. A maggio, in un filmato, Boko Haram aveva mostrato diversi bambini con il kalashnikov a tracolla che si dicevano pronti a morire. I bambini soldati sono solo l’ultima «di una lunga serie di tattiche disumane» utilizzate dai terroristi.

A luglio, un rapporto realizzato dal rappresentante speciale delle Nazioni Unite per i bambini nei conflitti armati, ha mostrato come dal gennaio 2017 al dicembre 2019 Boko Haram abbia usato in combattimento o in altri ruoli, compresa la schiavitù sessuale, almeno 1.385 bambini e bambine.

KAMIKAZE A PARTIRE DAI 5 ANNI

I più piccoli, tra i 5 e gli 8 anni, vengono utilizzati come kamikaze per gli attentati suicidi. «Questi bambini non ha la minima idea di quello che fanno loro», spiega John Campbell, esperto di Africa presso il Council on Foreign Relations di Washington. I bambini tra i 13 e i 15 anni, invece, «sono molto spesso orfani ai quali viene promesso il martirio e di conseguenza il Paradiso. Non possiamo escludere che qualcuno possa aderire volontariamente ai terroristi, magari per vendicare qualche parente ucciso dalle forze dell’ordine».

Foto Ansa