Michael e Lindsay Lohan giocano a chi sta più tempo dietro le sbarre

Michael Lohan è finito un’altra volta in prigione. Sarà per il suo cattivo esempio che la figlia Lindsay continua a entrare e uscire dal carcere? E sarà a causa del pessimo insegnamento di papà Joe che tutti i Jackson si accusano reciprocamente per la morte di Michael? Una cosa è certa: le star hanno sempre un parente a cui ispirarsi per combinarne di tutti i colori

Con la genetica c’è poco da scherzare, e di solito i difetti paterni/materni rischiano di trasmettersi ai figli. Basta dare un occhio alla famiglia Lohan. La più famosa, Lindsay, di professione attrice, entra e esce dalle aule dei tribunali per i più svariati motivi, dal furto di una collana alla guida in stato di ebbrezza o anche solo per ridiscutere la condanna a un periodo di lavori socialmente utili. Nel frattempo però, da vera diva, riesce a trasformare gli arresti domiciliari in uno show, indossare il braccialetto elettronico come accessorio fashion e essere ingaggiata per la prossima copertina di Playboy.

La sorellina minore Ali, all’anagrafe 15 anni, si fa vedere sempre in giro con LiLo e, a furia di starle sempre appiccicata, l’ha seguita anche sulla cattiva strada. Nel giro di pochissimo da adolescente spensierata si è trasformata in modella anoressica (e forse rifatta: va bene la crescita e gli ormoni impazziti dell’adolescenza, ma cambiare i connotati del viso nel giro di un paio di mesi è fantascienza senza la chirurgia estetica). Il padre delle cattive sorelle Lohan probabilmente si sarà sentito escluso dal giro, così si è dato da fare. L’Herald Tribune riporta infatti la notizia di un intervento della polizia mentre Michael Lohan era intento a picchiare la fidanzata.

Un’altra famiglia in cui l’amore latita è senza dubbio quella dei Jackson. I fratelli, le sorelle, la madre e il padre di Michael Jackson, dopo la sua morte non hanno fatto altro che accusarsi a vicenda per la perdita del congiunto e per il suo abbandono, invece di consolarsi a vicenda e supportarsi nel dolore. La famiglia è comparsa unita (solo a favore di telecamera) in occasione del funerale di Michael, in cui la rifattissima Janet stringeva al petto i figli del cantante, mentre il padre veniva fotografato sorridente solo poche ore dopo aver appreso la tragica notizia. Fa quasi piacere pensare che il povero Michael abbia accumulato un numero così alto di debiti che probabilmente l’affettuoso paparino (colpevole anche di violenza domestica sui figli ai tempi d’oro dei Jackson Five) e tutto il resto della ciurma probabilmente non intascheranno mai un dollaro d’eredità.

E sempre a proposito di generosità tra consanguinei, come non citare la regina del pop Madonna e suo fratello Anthony, ridotto a fare il senzatetto per le strade strade del Michigan. Senza un soldo, senza lavoro, senza un posto dove andare, Anthony si reca quotidianamente nei centri di supporto ai senzatetto locali, che lo hanno salvato più volte dal rischio di morire per assideramento. Dall’ufficio stampa sempre prodigo di comunicati di Madonna, per il momento, nessun commento a riguardo.