Matteo Renzi è partito col freno a mano. E secondo un sondaggio il suo nemico numero 1 non è Berlusconi

Il governo merita uno striminzito 6 in pagella. Scende la fiducia nel premier. In calo il M5S di Grillo. Se si votasse per le Europee il Pd sarebbe il primo partito

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Matteo Renzi ha certamente ragione a dire che è presto per dare giudizi sul suo governo, ma – almeno stando al sondaggio Ixè reso noto oggi ad Agorà – gli italiani non è che siano proprio entusiasti dei suoi primi giorni. Secondo gli interpellati, infatti, il governo guidato dal segretario Pd merita solo un 6 in pagella. Come vedete dal grafico in pagina, le sue due prime settimane sono state ritenute ottime solo dall’1 per cento degli intervistati; buone del 18; sufficienti dal 48; insufficienti dal 19 e pessime dal 9.

renzi-pagella
In calo la fiducia sul governo che scende in pochi giorni dal 56 al 50 per cento e anche quella su Renzi stesso che in una sola settimana è scesa di ben 7 punti (ora è al 55 per cento).

renzi-governo-fiducia

Interessante è stata la risposta che gli italiani hanno dato al quesito: «Renzi deve temere di più…». Per il 38 per cento il pericolo numero uno per l’ex sindaco di Firenze è il Pd (38 per cento), poi Berlusconi (34), infine Angelino Alfano (15).

Se si votasse oggi per le elezioni Europee (previste per il 25 maggio), il Pd raccoglierebbe 29,1 per cento (+0,6) Forza Italia il 24 (+0,8), il M5S il 21,8 (-0,9). La lista di estrema sinistra Tsipras è al 6,3 (-0,6), la Lega Nord al 4,7 (+0,1), FdI al 3,5 (-0,1) Ncd (3,2 (+0,2).

sondaggio-europee
Volendo raggruppare in coalizioni i vari partiti, il centrosinistra otterrebbe il 36,5 per cento, il centrodestra  il 36,1, il M5S il 21.

sondaggio-coalizioni

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •