Mario Mauro: «Quel che dobbiamo fare ora è dare fiducia ad un Pd in crisi gravissima»

Intervistato dal Secolo XIX, il senatore di Scelta Civica auspica che «il nuovo governo si impegni perché i tempi della politica si adeguino ai tempi della realtà»

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mario Mauro, intervistato dal Secolo XIX, spiega che «quello che dobbiamo fare ora» è «dare fiducia al Pd, che versa in una crisi gravissima, ma rappresenta una fetta troppo importante dell’elettorato. Quello che serve ora per superare questa crisi non è l’emergere di questa o di quella personalità ma appunto il manifestarsi della buona volontà di tutti».

PRIORITA’ LAVORO. Mauro, capogruppo di Scelta Civica al Senato, fra i “saggi” scelti dal presidente Giorgio Napolitano, e di cui si parla in merito a possibili importanti incarichi nel nuovo esecutivo, spera che il nuovo governo si impegni sui «temi legati al lavoro, quindi all’urgenza occupazionale». «È necessario ovviare ai nodi lasciati aperti dalla riforma Fornero», per i quali domani presenterà al Senato «un pacchetto di riforme sulla flex security» insieme ai colleghi senatori Ichino e Olivero.

DURATA DEL GOVERNO. Tra le priorità istituzionali c’è la condivisione della riforma sulla seconda parte della Costituzione: «Quello che i saggi hanno proposto sulle riforme per legge ordinaria, il superamento del bicameralismo perfetto, la sfiducia costruttiva», «l’obiettivo è fare in modo che i tempi della politica si adeguino ai tempi della realtà». Mauro dice che quello della durata di un eventuale governo di scopo è un «problema» che non si pone.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •