Londra. Musulmano si arrampica su una chiesa e abbatte la croce

Il video del folle gesto di Yusuf Allwali. L’uomo, arrestato, non ha spiegato che cosa lo ha spinto a farlo, ma nella zona est di Londra l’estremismo islamico cresce

croce chiesa londra

Un musulmano di nome Yusuf Allwali è stato arrestato questa settimana a Londra per essersi arrampicato domenica 18 ottobre sulla facciata della chiesa battista del quartiere di Chadwell Heath, nel sobborgo di Barking e Dagenham, e aver divelto una delle tre croci che campeggiano sulla sua sommità.

IL VIDEO DEL FOLLE GESTO

L’uomo è stato filmato (il video è visibile qui sotto) intorno alle 3 del pomeriggio armeggiare con il pesante crocifisso e strapparlo dal suo piedistallo. Dopo essere riuscito nel suo intento, Allwali ha gettato la croce in strada, fortunatamente senza colpire nessun passante. Subito dopo è arrivata la polizia.

In un comunicato stampa, la polizia ha scritto: «Siamo a conoscenza del video che sta circolando a proposito di un uomo che ha danneggiato una chiesa a High Road. L’uomo è stato arrestato e stiamo investigando sul fatto».

«CONTINUIAMO A SERVIRE LA COMUNITÀ»

Anche la chiesa si è espressa attraverso un comunicato: «L’uomo non fa parte della nostra comunità. Siamo grati che nessuno si è fatto male e non vogliamo che questo evento influisca sul nostro ministero. Continuiamo a pregare per ciascuno a Chadwell Heath e faremo del nostro meglio per servire la comunità ora e in futuro».

Il caso di Allwali sarà seguito dal tribunale penale britannico il 18 novembre. Molti cristiani hanno dichiarato alla Bpca (Associazione dei cristiani pakistani britannici) di temere una motivazione terroristica dietro l’attacco e di aver paura «per il crescente estremismo nell’area orientale di Londra».

ESTREMISMO FUORI CONTROLLO

Il timore non è infondato: nel 2017 la polizia scoprì che una palestra a Ilford (quartiere nel nord-est di Londra) veniva utilizzata per addestrarsi al jihad dagli attentatori del London Bridge, che il 3 giugno di quell’anno uccisero 8 persone. Lo stesso anno un uomo musulmano, Faisal Bashir, residente a Ilford, è stato perseguitato e alla fine costretto ad andarsene da casa dopo aver smesso di frequentare la moschea e aver dichiarato l’abbandono della religione islamica.