Libia. «Urgente: i soldati dello Stato islamico hanno catturato 21 crociati cristiani»

Il governo egiziano ha confermato il rapimento di 20 suoi cittadini in Libia. Il gruppo affiliato allo Stato islamico si chiamerebbe “Stato di Tripoli”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

cristiani-rapiti-libia-stato-islamico
«Urgente. I soldati dell’Isis hanno catturato 21 crociati cristiani». Recita così un messaggio rilasciato da un gruppo jihadista e verificato da SITE Intelligence Group. Insieme al messaggio, sono state pubblicate anche tre foto con un gruppo di uomini. Contemporaneamente, un portavoce del ministero degli Esteri egiziano ha confermato che 20 cittadini egiziani sono stati rapiti in Libia.

STATO ISLAMICO. Le notizie sono contrastanti, ma sembra che il gruppo terrorista Ansar al Sharia abbia rapito 20 cristiani copti dalla città di Sirte tra fine dicembre e inizio gennaio. Secondo il messaggio, quegli stessi uomini sarebbero «detenuti in varie aree della provincia di Tripoli», un’ex regione amministrativa che comprende anche Sirte. Il gruppo affiliato all’Isis che ora detiene gli uomini si chiamerebbe “Stato di Tripoli”. Sirte da tempo non è più sotto il controllo del governo legittimo di Tobruk e si trova nelle mani di diversi gruppi islamisti, tra cui Ansar al Sharia.

LIBIA ALLO SBANDO. La città di Derna, a circa mille chilometri dalla capitale libica Tripoli e a 430 miglia nautiche dall’Italia, è entrata ufficialmente a far parte del Califfato islamico di Al Baghdadi a novembre. Il resto del Paese non se la passa meglio: a Bengasi, ex roccaforte della cosiddetta “Primavera araba”, l’esercito regolare si scontra con milizie di islamiste per il controllo della città. La capitale è stata conquistata dalle milizie di Alba Libica, che hanno già il controllo di importanti pozzi petroliferi e si stanno espandendo a ovest verso Zintan e i giacimenti di gas occidentali.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •