I padroni dell’islam. Cosa c’è nel nuovo numero di Tempi

Nel nuovo numero di Tempi padre Samir Khalil Samir, premio Cultura cattolica 2016, ci spiega perché il mondo musulmano continua a estremizzarsi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

padroni-islam-tempi-copertinaSul nuovo numero di Tempi che trovate in edicola, Rodolfo Casadei intervista padre Samir Khalil Samir, premio Cultura cattolica 2016, che ci spiega perché da cinquant’anni il mondo musulmano continua a estremizzarsi invece di maturare. Qualcuno ha interesse a uccidere ogni tentativo di leggere il Corano alla luce della storia. E quel qualcuno si chiama Arabia Saudita.
Nelle stesse pagine un approfondimento su come gli sceicchi di Riyad diffondono anche in Occidente il loro Stato islamico. A partire dal primo boom del prezzo del petrolio la monarchia saudita avrebbe speso 100 miliardi di dollari per promuovere nel mondo il wahabismo. L’Urss per promuovere il comunismo spese 7 miliardi di dollari in settant’anni.

HILLARY CLINTON O DONALD TRUMP? Si avvicina il giorno delle presidenziali americane e mai nella storia è stato così difficile scegliere il candidato alla Casa Bianca. Verso chi si orienterà il voto cattolico alle prossime elezioni? A favore dell’uomo impresentabile che litiga con tutti, anche con il Papa, o della donna sostenuta da Planned Parenthood, il colosso abortivo più grande d’America? Lo abbiamo chiesto a George Weigel, Siobhan Nash-Marshall e Michael Novak.

UNA COSTITUZIONE FEDERALISTA. Un altro passo verso il referendum del 4 dicembre. Questa volta ne parliamo con il professor Carlo Lottieri secondo cui per porre un freno allo spreco di risorse pubbliche non serve riportare tutte le decisioni in capo a Roma, ma basterebbe applicare quel federalismo che «in Italia non è mai esistito e che introduce meccanismi competitivi. La nuova Costituzione sia un’alleanza tra realtà veramente libere». Solo così riusciremo a governare i governanti.

LA TRAGEDIA DELL’OMISSIONE. Vittorio Robiati Bendaud commenta la recentissima e «vergognosa» risoluzione Unesco circa Gerusalemme. Negare e falsare la storia non è solo uno sfregio agli ebrei. Il documento internazionale chiama in causa tutti. O vogliamo morire di vergogna e tedio, inseguendo le manfrine dell’islamo-gauchismo?

Inoltre, come sempre, le rubriche dei nostri Amicone, Farina, Corradi, Fred Perri, padre Aldo, Corigliano, Fortunato, Mantovano, Tortorella, Gherardini, Clericetti… Gli abbonati possono leggere e scaricare la rivista all’indirizzo settimanale.tempi.it. Qui trovate l’elenco delle edicole in cui è acquistabile.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •