Mentre Obama elogia i Fratelli Musulmani Usa, il Canada scopre che raccolgono fondi per i terroristi pakistani

La Società islamica del Nord America Canada ha devoluto 280 mila dollari a gruppi terroristici pakistani e il Canada l’ha eliminata dalla lista delle organizzazioni caritatevoli

Il Canada ha revocato lo status di “organizzazione caritatevole” alla Società islamica del Nord America Canada (Isna) dopo aver scoperto che aveva raccolto 280 mila dollari e li aveva devoluti a una seconda organizzazione connessa a gruppi terroristici pakistani.

FONDI AI TERRORISTI. La Canada Revenue Agency (Cra) dopo due anni di indagini ha scoperto che Isna, attraverso un altro gruppo, ha devoluto 280 mila dollari alla Ong pakistana Relief Organization for Kashmiri Muslims (Rokm). Questa è stata identificata come il braccio caritatevole di Jamaat-e-islami, organizzazione politica che appoggia il gruppo terrorista Hizbul Mujahideen.

ALLAH VERSUS AMERICA. Isna è considerata la branca americana dei Fratelli Musulmani, la stessa che negli Stati Uniti Barack Obama aveva elogiato il mese scorso in occasione della sua 50esima conferenza annuale. Già allora il presidente americano aveva ricevuto critiche dal momento che tra i partecipanti al convegno, alcuni erano famosi per sostenere tesi quali «Allah distruggerà il capitalismo americano» o «se i musulmani fossero più intelligenti dal punto di vista politico, potrebbero prendere gli Stati Uniti e rimpiazzare il suo governo costituzionale con un Califfato».

GLI ELOGI DI OBAMA. Ora la sezione canadese di Isna viene accusata di raccogliere fondi per il terrorismo in Pakistan, un’iniziativa che non combacia esattamente con il modo con cui Obama aveva descritto Isna: un’associazione che promuove lo «spirito americano» e contribuisce «alla costruzione di una nazione aperta a tutti».