Francia, chiese profanate: statue distrutte e croci disegnate con gli escrementi

Almeno quattro chiese sono state profanate in una settimana: ostie consacrate gettate a terra, crocifissi e statue della madonna distrutte e incendiate. «Violenza preoccupante, il trend è in aumento»

  • 6.7K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6.7K
    Shares

Dijon, Houilles, Lavaur, Nîmes: in una sola settimana almeno quattro chiese sono state profanate in Francia. Il trend è in aumento, tanto che domenica padre Grosjean, sacerdote molto seguito nel paese, ha denunciato pubblicamente l’ondata di attacchi: «Questa violenza è grave e prende di mira i luoghi di culto, oasi di pace per tutti, ferendo i cristiani nella loro fede», ha dichiarato come riportato dal Figaro.

«STATUE POLVERIZZATE»

Ieri la chiesa della parrocchia di Notre Dame, a Dijon, è stata profanata da ignoti, che hanno aperto il tabernacolo e sparpagliato le ostie consacrate per terra. I fedeli hanno visto per primi la profanazione, entrando in chiesa per la messa delle 8 del mattino. «È con molta tristezza che sacerdoti e fedeli hanno scoperto quanto avvenuto stamattina», ha dichiarato ieri in un comunicato la diocesi di Dijon, annunciando una messa di riparazione.

Non è un caso isolato. La chiesa di San Nicola, a Houilles, ha subito tre atti di vandalismo in soli dieci giorni: mercoledì 6 febbraio una statua della Madonna con bambino del XIX secolo è stata «distrutta in mille pezzi, polverizzata», ha riportato il Parisien. Nei giorni precedenti, invece, per due volte ignoti hanno gettato la croce per terra. Il parroco ha fatto un esposto alla polizia.

INCENDI ED ESCREMENTI SUI MURI

Il 5 febbraio, anche la cattedrale di Lavaur è stata profanata, secondo LaDepeche. Il crocifisso che orna l’abside è stato danneggiato – un braccio della statua di Gesù piegato – mentre una cappellina è stata incendiata.

Il 6 febbraio, invece, il tabernacolo della chiesa Notre Dame des enfants a Nîmes è stato forzato e le ostie sparse per terra. I vandali hanno usato degli escrementi per disegnare sulle pareti della chiesa una croce. Anche in questo caso un’inchiesta è in corso ma il fenomeno, che si diffonde a macchia d’olio in tutta la Francia, è preoccupante.

IN AUMENTO LE VIOLENZE ANTICRISTIANE

Nel 2017 si sono verificati 878 atti anticristiani in Francia, secondo il ministero dell’Interno, in lieve diminuzione rispetto ai 949 del 2016. Nel 2018 si è registrato invece un aumento del 13 per cento rispetto al 2017.

  • 6.7K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6.7K
    Shares