Ergastolano evaso, arrestato il fratello di Cutrì, Daniele

Dopo la morte di Antonino Cutrì, il terzo dei fratelli che ha partecipato all’evasione è stato preso nella casa di famiglia a Inveruno

È stato catturato Daniele Cutrì, 23 anni, il terzo dei fratelli protagonisti dell’evasione dal carcere di Domenico, fuggito grazie alla copertura di un commando di sette persone dal tribunale di Gallarate dove era stato condotto per un processo. Daniele Cutrì è stato arrestato nell’abitazione della famiglia a Inveruno (Va) dai carabinieri. Altri quattro membri del commando erano stati arrestati mercoledì e adesso mancano all’appello oltre a Domenico anche Carlotta Di Lauro (fidanzata dell’altro fratello di Domenico, Antonino, morto dopo lo scontro con le forze dell’ordine durante l’evasione), e una persona di cui si conosce solo il nome di battesimo, Franco. Con Carlotta Di Lauro c’è anche il figlio della giovane, che ha 5 anni.

«NINO NON È STATO COLPITO ALLA SCHIENA». Da giorni le ricerche dell’evaso Domenico sono incessanti, ma per il momento non c’è alcuna traccia dell’uomo in fuga, ritenuto pericolosissimo perché ormai non ha nulla da perdere. Intanto si cerca di ricostruire la dinamica della morte di Antonino Cutrì: non è stata ancora eseguita l’autopsia ma da una prima ricognizione del corpo si apprende da fonti investigative che la morte non è stata provocata da un colpo alle spalle come inizialmente avevano dichiarato i genitori.