Ecco i territori che lo Stato islamico vuole conquistare nei prossimi cinque anni per estendere il califfato. C’è anche la Spagna

La mappa comprende il Medio Oriente, il Nord Africa, i Balcani e gran parte dell’Asia occidentale. La data indicata per la conquista di Madrid è il 2020.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

stato-islamico-califfato-obiettivi-jihad

Lo Stato islamico, questo è il nuovo nome che hanno assunto i jihadisti da quando hanno ufficialmente creato il califfato, hanno occupato la sede dell’arcivescovado siriaco-ortodosso di Mosul, la chiesa di Sant’Efrem. I terroristi sono arrivati ieri con tre pick-up, hanno preso l’edificio e issato la bandiera nera sul tetto.

raqqa-chiesa-islam-sharia1OCCUPATA L’ARCIDIOCESI CATTOLICA. Lo Stato islamico ha anche occupato la sede dell’arcidiocesi calde cattolica della città. Anche in questo caso la bandiera nera è stata issata sul tetto. Anche a Raqqa, dove i terroristi hanno instaurato il loro primo califfato l’anno scorso, la chiesa principale della città è stata occupata e trasformata nel quartiere generale degli islamisti.

OBIETTIVI DELLO STATO ISLAMICO. Ieri, inoltre, i sostenitori dello Stato islamico hanno pubblicato su twitter una mappa (che vedete in alto) che indica i territori che i terroristi vogliono conquistare entro cinque anni per estendere i domini del neonato califfato. La mappa comprende il Medio Oriente, il Nord Africa, i Balcani e gran parte dell’Asia occidentale. Tra i domini da conquistare è compresa anche la Spagna, che è stata dominata dai musulmani per 700 anni fino al 1492. La data indicata per la conquista di Madrid è il 2020.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •