Google+

Mostra – Le immagini di vita e di morte di Théodore Géricault

dicembre 9, 2013 Mariapia Bruno

Chi l’avrebbe mai detto che Théodore Géricault (1791 – 1824) fosse depresso e ipocondriaco? Proprio lui, precursore del Romanticismo francese, uno degli interpreti più appassionati della cronaca del suo tempo, il celeberrimo autore de La zattera della Medusa, opera che ancora oggi incanta anche i più distratti turisti del Museo del Louvre, era in cura presso il Dottor Etienne-Jean Georget, medico antesignano di psichiatria, per il quale realizza, tra il 1819 e il 1823, quella serie di dieci ritratti dedicata ai malati mentali, i Monomaniaci, metafora di quel tedium vitae e di quelle turbe mentali che sempre lo assalirono. Ecco che tutto torna. Ancora una volta è la pittura lo sfogo di un’esigenza interiore, che nel caso di Géricault é relativa all’interazione esistente tra la sofferenza fisica e quella mentale dell’uomo moderno.

Sono queste le tematiche a lui più care: la prima viene raccontata da quei teschi e da quelle parti del corpo mozzate che il pittore ci presenta in primo piano come delle vere e proprie nature morte, la seconda da quei ritratti – che risento anche degli studi di fisiognomica del filosofo e scrittore Johann Caspar Lavater – di persone disturbate, alcuni dei quali si possono ammirare presso la Schirn Kunsthalle di Francoforte che, fino al 26 gennaio 2014, ospita la prima grande mostra monografica tedesca dedicata all’artista francese. Dal titolo Géricault. Images of liefe and death, la retrospettiva si articola in quattro gruppi di dipinti – Battaglie, Corpi, Teste e Crisi – che ritracciano sia il contesto storico in cui visse l’artista, sia il suo curioso interesse verso l’arte e la scienza.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.