A Milano ci si iscrive al registro delle unioni civili perché costa poco

ERANO ADDIRITTURA IN 17. «Diciassette coppie, delle quali tredici etero e quattro omosessuali. È il bilancio del primo giorno di attività del registro delle unioni civili del comune di Milano».
Andrea Sceresini, “Unioni civili. Il giorno del ‘sì’ per etero e gay”, La Stampa

MA POTEVANO ESSERE ADDIRITTURA 19. «Solo due fidanzati, all’ultimo momento, hanno deciso di disertare l’appello».
Andrea Sceresini, “Unioni civili. Il giorno del ‘sì’ per etero e gay”, La Stampa

SPOSI DISCOUNT. «Il matrimonio ha un costo non indifferente; abbiamo un mutuo da pagare e non possiamo permetterci nuove spese. Per questo abbiamo deciso di iscriverci al registro».
Coppia che si è iscritta al registro delle unioni civili di Milano, “Unioni civili. Il giorno del ‘sì’ per etero e gay”, La Stampa 

SBAGLIATO. E i vantaggi del nuovo attestato? «Onestamente non ci sono ancora del tutto chiari. Ma insomma: avremo più diritti, giusto?».
Coppia che si è iscritta al registro delle unioni civili di Milano, “Unioni civili. Il giorno del ‘sì’ per etero e gay”, La Stampa

SQUISITAMENTE SPOSI. «Gli aspetti squisitamente simbolici sembrano di gran lunga preponderanti rispetto a quelli materiali».
Andrea Sceresini, “Unioni civili. Il giorno del ‘sì’ per etero e gay”, La Stampa

MA ALLORA PERCHE’ L’ABBIAMO FATTO ‘STO REGISTRO? «La verità è che non crediamo nel matrimonio».
Coppia che si è iscritta al registro delle unioni civili di Milano, “Unioni civili. Il giorno del ‘sì’ per etero e gay”, La Stampa

POTREMMO CHIEDERE A GIUDA. «Anche Parmalat e Lehman certificavano ma se un vuole rubare, neanche Gesù lo ferma».
Ugo Sposetti, intervistato da Repubblica

Contenuti correlati

Video

Lettere al direttore

Foto

Welcome Back!

Login to your account below

Create New Account!

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist