Google+

Arabia Saudita. Ennesima strage alla Mecca in occasione del pellegrinaggio annuale

settembre 24, 2015 Redazione

I pellegrini sono morti calpestati o soffocati dalla folla di tre milioni di persone che si accingeva a compiere il rito della lapidazione del diavolo. In 25 anni, sono morti così 2.500 musulmani

Oltre 700 morti e più di 800 feriti. Non è un bollettino di guerra ma il numero delle persone rimaste vittime in Arabia Saudita, vicino alla Mecca, in occasione dell’annuale pellegrinaggio prescritto dall’islam. Durante il rito della lapidazione del diavolo, infatti, parte della folla di fedeli si è agitata e ha cominciato a correre in una «fuga improvvisa» che ha causato la morte per calpestamento e soffocamento di centinaia di persone. Le morti non hanno interrotto il rito, che è tornato a svolgersi regolarmente.
Purtroppo il numero delle vittime è in aumento e viene costantemente aggiornato al rialzo dalle autorità saudite, che sono abituate a simili tragedie: si calcola infatti che dal 1990 ad oggi siano morte allo stesso modo almeno 2.500 pellegrini.

LAPIDAZIONE DEL DIAVOLO. Il pellegrinaggio annuale verso la Mecca, la città sacra dell’islam, deve essere fatto per precetto da ogni musulmano che abbia disponibilità economica e sia in buona salute. La parte finale del cammino si svolge a Mina, dove si compie il rituale della lapidazione del diavolo: i pellegrini, cioè, lanciano sette sassi contro tre Steli che rappresentano il demonio, come Maometto fece 1.400 anni fa, e pronunciano una formula di lode a Dio per poi tornare indietro. Il rito ricorda la lapidazione del diavolo da parte di Abramo, che secondo il Corano ha cercato di dissuaderlo dal sacrificare il figlio.

SOLO TRE GIORNI. Non è chiaro perché parte della folla abbia cominciato a correre, ma ci sono solo tre giorni, dalla mattina al tramonto, in cui i tre milioni di pellegrini che quest’anno sono andati alla Mecca hanno la possibilità di compiere il rito. Il desiderio di riuscire a portarlo a termine spinge spesso la folla ad accalcarsi e a spingere.

LE STRAGI PASSATE. Le stragi durante uno dei gesti più sacri per ogni musulmano non sono più una novità: in circostanze più o meno analoghe, a seconda degli anni, sono morte 1.426 persone nel 1990, 270 nel 1994, 340 nel 1997, 180 nel 1998, 35 nel 2011, 251 nel 2004 e 364 nel 2006. Quest’anno, inoltre, prima dell’inizio del pellegrinaggio una gru crollata nel sito della Mecca aveva ucciso più di 100 persone.

Foto Ansa/Ap


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. AlessandroT says:

    Il rito è continuato “the show must go on”, la liturgia è il culto hanno la precedenza pure sulla vita dei fedeli. D’altronde basta pensare alla freddezza con cui i jihadisti mandano al martirio giovani in lacrime come l’uzbeco di cui abbiamo sapputo ieri. Cosa sono se non sacrifici umani a un molokh sanguinario?
    Nella commemorazione “lapidano” il diavolo per aver tentato Abramo a non sacrificare il proprio figlio, secondo voi che messaggio si trasmette? La lezione di Abramo non è stata assimilata.
    Manca il sacrificio supremo, quello di Gesù il Cristo che ha mostrato il vero volto misericordioso di Dio e redento l’umanità con la sua morte e resurrezione!

  2. yoyo says:

    La causa di fondo è il tipo di religiosità che il pellegrinaggio esprime e che conduce a movimenti stereotipati di massa che provocano la trance e, di conseguenza, il pericolo in una situazione di quel genere, con migliaia e migliaia di uomini in movimento ritmico.

    • AlessandroT says:

      Yoyo ma non mi pare i pellegrinaggi cristiani o le visite papali si concludano regolarmente con centinaia di persone schiacciate dalla calca.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Leggero, scattante, comodo. Il C400X dimostra ottime doti dinamiche ha un bel motore e, per primo, un sistema di connessione molto evoluto. Riuscirà a combattere contro i mostri sacri del segmento? Lo abbiamo provato per capirlo

L'articolo Prova BMW C 400 X <br> lo scooter che non ti aspetti proviene da RED Live.

Comfort, connettività, sicurezza e design al servizio delle aziende

L'articolo Renault presenta la gamma Business proviene da RED Live.

Pronta al debutto al prossimo Salone di Parigi, la wagon del Leone getta il guanto di sfida alle rivali premium. Con un sacco di argomenti, a cominciare dal design

L'articolo Nuova Peugeot 508 SW, cambio di rotta proviene da RED Live.

Sostituisce la Serie 6 e diventa la M più potente mai prodotta. Trazione integrale, quattro ruote sterzanti, eleganza e opulenza. Per andare veloci in qualunque condizione

L'articolo BMW Serie 8 Coupé, a volte ritornano proviene da RED Live.

In programma dal 20 al 22 luglio al Misano World Circuit, il WDW (World Ducati Week) di quest’anno si preannuncia rovente: i piloti Ducati si sfideranno in sella alla Panigale V4 S.

L'articolo The Race of Champions: la sfida tra campioni al WDW 2018 proviene da RED Live.