Google+

Un asteroide ci colpirà nel 2036

febbraio 7, 2012 Redazione

L’Unione Europea ha stanziato 4 milioni di euro per uno studio della durata di tre anni e mezzo sul pericolo che l’asteroide Apophis colpisca la Terra il 13 aprile 2036.

L’Unione Europea ha stanziato 4 milioni di euro per uno studio della durata di tre anni e mezzo sul pericolo che l’asteroide Apophis colpisca la Terra il 13 aprile 2036. Voi non lo sapete, ma ogni giorno rischiamo un impatto con uno degli 8.550 asteroidi che passano vicino al nostro pianeta. Per questo occorre correre ai ripari. Per ora, i progetti messi in campo sono tre: 1) invio di una sonda spaziale che colpendo Apophis gli faccia cambiare rotta; 2) inviare un “trattore gravitazionale” che, attirando l’asteroide, ne modifichi la rotta; 3) farlo esplodere con una bomba nucleare. In ogni caso, occorre fare presto perché il 13 aprile 2036 è dietro l’angolo.

34.200 A parte il fatto che, secondo il calendario Maya, al 13 aprile 2036 non ci arriveremo mai, noi ci domandavamo una cosa. Ma dopo Apophis, come faremo con gli altri 8.549 asteroidi? Se per ognuno dobbiamo sborsare 4 milioni di euro, quanto ci viene a costare ‘sto guaio? 8.550 x 4 = 34.200 milioni di euro fino al 2036. Insomma, una bella sommetta. Ma non ditelo alla Merkel che, in tempi di default greco, potrebbe usare il “trattore gravitazionale” per far cadere Apophis sul Partenone, prendendo due crisi con un asteroide.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download