Google+

Sorpresa: gli omosessuali non votano più Hollande (ma non volevano tutti il matrimonio gay?)

ottobre 23, 2013 Leone Grotti

Il sondaggio di Ifop mostra che il gradimento del presidente tra omosessuali e bisessuali è sceso del 3 per cento, quello dei partiti di sinistra del 7. Guadagna Le Pen, che è contro le nozze gay

Se Francois Hollande sperava di guadagnarsi l’appoggio di omosessuali e bisessuali francesi con l’approvazione della legge Taubira sul matrimonio e l’adozione gay, dovrà ricredersi. Secondo un sondaggio Ifop, realizzato sei mesi dopo l’approvazione del “matrimonio per tutti”, al pari della maggior parte dei francesi, anche gay e bisessuali si sono dichiarati delusi dall’operato del presidente.

HOLLANDE PERDE VOTI. Come riporta il Le Figaro (da cui è tratta l’infografica a lato), gli elettori bisessuali e omosessuali che votano Hollande o un partito di sinistra al governo sono scesi a ottobre fino al 36 per cento, dal 44 per cento della primavera 2012 e dal 50 per cento dell’autunno 2011. Negli ultimi 18 mesi, la percentuale di omosessuali che si diceva vicina a un partito di sinistra è scesa del 7 per cento contro il 5 per cento di eterosessuali. Se nell’aprile 2012, infine, il 24 per cento diceva di votare Hollande, a ottobre 2013 solo il 21 per cento.

LE PEN GUADAGNA. Non solo. Il partito di Marine Le Pen, Front National, contrario al matrimonio gay, è in crescita nel periodo sondato da Ifop del 6 per cento tra gli omosessuali e del 4 per cento tra gli eterosessuali.
Secondo la casa di sondaggi, dunque, Hollande non ha per nulla capitalizzato a livello di voti l’approvazione della legge Taubira, a conferma che la maggior parte degli omosessuali non è interessata al matrimonio, come sempre sostenuto dalla Manif pour tous, e che «al contrario di quanto affermano certi media, l’orientamento sessuale non determina i comportamenti politici».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

32 Commenti

  1. Giovanni says:

    Il gaysmo è un’ideologia irrazionale. Non conviene nemmeno politicamente correre dietro le lobby che vorrebbero stravolgere il dato insito nell’antropologia umana. Solo tra uomo e donna può sussistere vero amore coniugale e vera famiglia.

  2. Giovanni cattivo says:

    Perche’ tutti i cattolici votano per un partito che difende la scuola confessionale, ad esempio?

    • Francesco says:

      Ah si? Esiste un partito in Italia che difende la scuola “confessionale” (forse intendi “paritaria”)?
      E poi Hollande impone, non difende…

  3. Italo Sgrò says:

    Non ho scritto io quel commento sopra che porta il mio nome. Penso sia Remo e mi sfugge il motivo di tale comportamento.

  4. Italo Sgrò says:

    Non ho scritto io quel commento sopra che è stato postato col mio nome e chiedo che venga rimosso.

  5. Italo Sgrò says:

    Vorrei chiarire che non ho scritto io il post poco sopra. E’ qualcuno che usa il mio nome per postare porcherie.

  6. mike says:

    prudentia numquam nimia est. la prudenza non è mai troppa. i francesi prima di votare la le pen dovrebbero fare qualche “indagine”. per capirci in italia uno come Gianfranco fini in passato si è mostrato favorevole alle unioni gay, se non ricordo male. e poi il pdl ha esponenti che hanno votato si alla camera alla legge anti-omofobia. è ingenuo illudersi. le lobby gay o di sinistra o che ne so chi gestisce tutte le varie cose hanno ottenuto parecchie vittorie negli ultimi anni. di certo non si lasceranno fregare facilmente quanto ottenuto. per me hanno esponenti, o infiltrati, in ogni partito. assistiamo a degli eventi preparati con cura probabilmente da non so dire quanti decenni (onestamente mi sono fatto questa idea anche alla luce di cose che ho notato in giro; tra l’altro soprattutto circa gli omosessuali). non si faranno fregare facilmente. anche perché, con tutto il rispetto, se qualcuno pensa che il problema maggiore siano gli omosessuali ha capito poco. da un certo punto di vista possono essere stati un diversivo, per far volgere l’interesse della gente altrove. cioè… i musulmani. è questa la sfida più grande che attende l’occidente. assieme al confronto con altre culture come quella cinese ed indiana.

    • mike says:

      viva la sincerità. qui in passato dissi che la % di omosessuali poteva essere attorno al 10%. scusate, anche alla redazione di tempi, ma ho mentito spudoratamente. per me possono essere anche il 20%. o forse il 30%, ma qui non sono certo (e stavolta dico il vero). il punto è che se anche non passasse la linea del matrimonio gay in occidente comunque gli omosessuali, in base alle % da me dette e considerando che comunque si sta facendo passare l’idea che ci sono e che vanno accettati purchè non si sposino, sono tanti. ossia l’occidente andrebbe inesorabilmente verso il collasso demografico. e con tale tattica subdola. per quanto qualcuno possa stranirsi è ovvio che più omosessuali ci sono, e più la loro tendenza è tollerata, meno matrimoni (tradizionali) ci sono. e col beneplacito della gente. alla fine nascono molti meno figli. anche perché comunque ci sono qui altri fattori (aborto, divertimento, lavoro precario). anche in ciò i matrimoni gay non sono il problema maggiore. gente ricordate che per distruggere una cultura in fondo ci sono 2 modi: o gli fai guerra o, se ciò non è fattibile, devi fare in modo che facciano meno figli (e magari senza che se ne preoccupino/accorgano). per me non è improbabile che la società sia stata molto omosessualizzata, ed in più modi. non escludo quello di cosa ci hanno fatto mangiare. ciò spiegherebbe come mai la terapia di Nicolosi non sempre funziona. infatti è probabile che per qualcuno/a la causa dell’omosessualità sia non psicologica ma chimica.
      se anche non si pubblica il commento tenete a cuore tutto ciò. forse dico stronzate, ma sennò no. e anche io mi sono accorto come gli omosessuali (coloro che per me lo sono) è gente che non è a proprio agio con la loro condizione. e meritano aiuto. se non altro perché come minimo sono usati. e questo è proprio pacifico.

      • Aldo says:

        Delirio allo stato puro (ovviamente mi riferisco al commento).

      • Original Bifocale says:

        Ah ah ah commento mitico! “Forse dico stronzate”? togli pure il forse. La migliore (nell’esilarante delirio generale) è quella che la cosiddetta “terapia riparativa” del Nicolosi a volte non funzionarebbe (a volte?!?) per via “di cosa ci hanno fatto mangiare”. Grande. Invito Tempi ad assumere Mike come editorialista di riferimento, firma di punta. Farebbe certamente un lavoro migliore (almeno nel senso dell’intrattentimento) di quanto ha fatto l’autore di questo misero articolo nel quale si vuol far credere che Hollande perde consenso perchè era a favore dell’uguaglianza matrimoniale mentre l’aspirante neo-lady di ferro in salsa francese, dinastia Le Pen, sale nei sondaggi perchè è contro. Quando si dice la realtà distorta dall’ideologia.

        • mike says:

          io almeno il forse l’ho messo. e comunque leggete, bene, tutto il commento. il discorso sembra scorrere bene. anche in riferimento al commento precedente. sai c’era un certo tommaso d’aquino che disse che gli opposti si conoscono gli uni gli altri e che si conosce per comparazione. in parole povere lo scenario che descrivo, nei 2 commenti, pare fatto di cose che si sorreggono le une le altre, e bene. insomma se non è vero è verosimile. parecchio. e se qualcosa è tanto verosimile credo che di sicuro qualcosa di vero ci sia.
          comunque io il forse l’ho messo per cui non credo di essere poi così fuso di testa. tra l’altro, e vale per aldo, è ipocrita dire che il delirio è solo il commento ma non il commentatore. che il commento si autogenera da solo? dai aldo se vuoi dimmi che io deliro fallo pure che tanto in fondo lo hai già fatto.

          • Original Bifocale says:

            Mike, stai delirando pure qui. Aldo mi pare evidente ha solo voluto specificare che il “delirio puro” si riferiva al tuo commento e non all’articolo.

      • Original Bifocale says:

        Nel suo esilarante post precedente Mike nella prima parte sostiene che l’accettazione sociale e l’uguaglianza matrimoniale per gli omosessuali farebbero calare la natalità (“per quanto qualcuno possa stranirsi è ovvio che più omosessuali ci sono, e più la loro tendenza è tollerata, meno matrimoni (tradizionali) ci sono. e col beneplacito della gente. alla fine nascono molti meno figli”). Si tratta di una solenne, gigantesca corbelleria, una delle tante balle messe in giro per mantenere vivi e vegeti pregiudizi e discriminazioni contro le persone omosessuali. Basta gurdare i tassi di natalità in Europa per vedere che l’Italia, che discrimina totalmente non riconoscendo le unione omosessuali in nessun modo (nè matrimonio, nè istituto giuridico alternativo) ha un tasso di natalità più basso (9 nuovi nati per ogni 1000 abitanti) rispetto ad altri Paesi che già hanno l’uguaglianza matrimoniale: Francia (13 per 1000), Gran Bretagna (12 per 1000), Paesi Bassi (11 per 1000), Spagna (10 per 1000).

        • mike says:

          a parte che i dati che porti non mi sembrano troppo diversi. è che i paesi che tu dici con più natalità son quelli che in fondo governano l’economia mondiale per cui non si danno la zappa sui piedi. per cui se fosse vero ciò che dici, caro bifocale, si spiegherebbe.
          poi aggiungo che da fine anni ’90 c’è il viagra. per cui vorrei sapere quanti bambini sono nati da gay tramite il viagra. e non parlo di gay che sposano donne etero ma di gay che sposano lesbiche perché comunque vogliono una famiglia tradizionale. e da parte mia rispetto a loro. anche la storia del viagra può avvalorare quanto dico: per me l’omosessualizzazione maggiore, nel caso ci sia stata, c’è stata dai nati diciamo del ’66/’67. arrivando a fine anni ’90 gente da 25 a 30 anni o poco più doveva sposarsi e fare figli per nascondere l’omosessualità. lo hanno potuto fare grazie al viagra. messo in commercio perché all’epoca, secondo me, ancora non conveniva far uscire gli omosessuali allo scoperto (mancavano quelli nati dopo, anni ’80) e poi hanno voluto evitare un crollo demografico. che senza il viagra credo ci sarebbe stato. giudica tu!

          • mike says:

            per anni molte cose non mi sono state chiare. diciamo il comportamento di non poca gente. ma il tempo passa, hai più tempo per riflettere, e alla fine le cose le capisci. non la storia, cioè lo sarà anche, ma il tempo è maestro di vita. e specie per le cose occultate.

            • Remo says:

              Urge TSO.

              • mike says:

                si ok! ma fino a che fate così… poi scusa a me non piace offendere però… l’omosessualità dite è secondo natura. solo che l’uomo e la donna si completano. si sa. è l’evidenza empirica. ora dimmi tu in base a cosa l’omosessualità è secondo natura. ma dì qualcosa di concreto. altrimenti… a me… il TSO?

                • Original Bifocale says:

                  Mike, se uno crede che via sia una qualche Entità Superiore che ha creato l’umanità il fatto che da sempre e in ogni parte del mondo vi siano persono omosessuali vuol dire che l’Entità creatrice di tutto ce li ha voluti mettere, altrimenti avrebbe potuto benissimo creare tutti quanti rigorosamente eterosessuali, cosa semplicissima per un Onnipotente. Se invece uno ritiene più convincente e più scientificamente credibile la teoria evoluzionistica formulata in primis da Darwin allora la conclusione è altrettanto logica. Se l’omosessualità non avesse una sua funzione nell’equilibrio biologico del pianeta tale caratteristica, se fosse stata un ‘ramo secco’ dell’evoluzione, per il processo di selezione naturale sarebbe stata eliminata tanto tempo fa, cosa che invece non è avvenuta, il che vuol dire una sua funzione “secondo natura” ce l’ha. In entrambe le ipotesi a mio avviso si arriva alla conclusione che le persone omosessuali fanno parte a pieno titolo della variegata umanità e pertanto devono stare sullo stesso piano, sia dal punto di vista morale, sia dal punto di vista dei diritti, di chiunque altro.

                  • mike says:

                    beh fortuna che io avrei bisogno del TSO… te lo dico perché se c’è uno che non ho mai capito è Darwin. è uno dei più folli pensatori della storia (magari il più folle forse fu nietzche, ma almeno c’è la storia della sorella che forse ne alterò gli scritti, ed il peggiore Eduard schurè che credo non lo batte nessuno. nemmeno a razzismo). comunque non hai specificato quale sarebbe la funzione in natura dell’omosessualità. ma a me la cosa che fa davvero incavolare è che, a prescindere da altro, di certo li stanno usando contro il cristianesimo. questo è così evidente che solo un imbecille non lo capirebbe. siccome molti omosessuali sono contrari a nozze gay ed altro credo che tutti imbecilli non siano. ossia pensano anche che tutta la propaganda gay è anti-cristiana e a loro di farsi usare non va. chiamali scemi! e poi parlare di altro… tanto non ci credi.
                    NB: io a Darwin non ci credo perché diciamo che sono Democriteo ossia “dal nulla non si genera nulla”. tanto così è. non diciamo fregnacce. ad esempio se mi costruisco una carriola io l’ho costruita. ed io la muovo. se no sta ferma o la muove qualcun altro. osservando il mondo che si muove, basta vedere le nuvole, dimmi tu che cavolo posso pensare. e poi in noi c’è un parametro mentale, tra i vari che per me abbiamo, sulla base del quale ragioniamo. ed è il concetto di causa ed effetto. o altrimenti soggetto verbo predicato, per dirla colla grammatica. è il punto base dello scrivere, e chiaramente del pensare poiché cosa/come pensi poi lo dici o lo scrivi. per cui dato l’effetto (es. il mondo) vogliamo risalire alla causa. o viceversa. è difficile pensare che tale parametro mentale ce l’abbia messo in noi un/il creatore? su, riflettici! poi non è assurdo pensare, come agostino d’ippona, che ci abbia anche messo dentro il concetto stesso di Dio. su questo però sto cercando ancora di capirci se s. agostino avesse ragione.

                  • mike says:

                    beh no il tuo discorso, spiacente dirtelo, fa acqua. tanta acqua. io capisco che gli omosessuali come ogni categoria umana vogliano considerazione. ma non capisco come loro chiedano ma non dicano quali siano i fondamenti delle loro richieste.se ci pensi bene nessuno finora a detto come fa la condizione omosessuale ad essere come quella eterosessuale. anche l’APA ha diciamo depennato, si ok ma in base a che? tanto siamo sempre lì. focalizza a mente una cosa. visto che parli di Darwin ed equilibrio biologico è noto che la “specie” umana è esistita grazie agli eterosessuali. e poi, mettendola nei termini del darwinismo (una grandissima favola, ed aveva ragione cristo dicendo che negli ultimi tempi gli uomini sarebbero andati dieteo alle favole) potrebbe darsi che l’omosessualità sia come dici tu un ramo secco. io non lo credo che sia così, non credo a Darwin, ma tu che ci credi a Darwin in base a che scarti tali possibilità? in fondo come detto sopra l’umanità va avanti con l’eterosessualità. ti pare poco?

                    • Original Bifocale says:

                      Miki, scrivi di non capire quali sarebbero i fondamenti delle loro richieste. Mi pare piuttosto evidente. Chiedono di essere trattati come esseri umani al pari di tutti gli altri, con pari dignità e pari diritti, e di non essere considerati cittadini di serie B (o C) solo per via del loro orientamento sessuale. Prendo atto che consideri l’evoluzionismo “una grandissima favola” ma ti faccio notare che io non ho mai detto che l’omosessualità sia un ‘ramo secco’. Ho detto esattamente l’opposto, che se fosse stata un ‘ramo secco’ dell’evoluzione per il processo nei millenni di selezione naturale sarebbe stata eliminata tanto tempo fa, cosa che invece non è avvenuta.

      • cornacchia says:

        E quelli che hanno bisogno di non essere discriminati nella loro condizione, meritano il tuo aiuto?
        O forse il tuo aiuto non è volto al bene della persona, ma a strumentalizzarla alla tua ideologia?

  7. laura says:

    Speriamo che al povero Hollande, a furia di fare cavolate, non capiti come al suo compare Zapatero (particolarmente dotato di fervida fantasia tanto da produrre anche “la carta dei diritti civili delle scimmie”).
    Il nostra politico, oltre a non essere più votato, neppure dalle scimmie (che hanno dimostrato un’incredibile mancanza di senso civico), si è ritrovato anche casa e famiglia invasi da presenze moleste, che spostavano mobili, facevano versacci e azionavano in modo irreversibile i sistemi d’allarme.
    So che ridere dei mali degli altri è una brutta faccenda, ma il fatto che, dopo inutili tentativi di tecnici ed espertologi vari, solo l’esorcista, con preghiere e benedizioni, sia riuscito a liberare il “laico” Zapatero & C. dai suoi guai è una ciliegina sulla torta come se ne gustano poche!

  8. Original Bifocale says:

    Ho riletto i miei commenti a questo articolo e vorrei fare pubblica ritrattazione di tutto. Sono fermamente convinto che il matrimonio possa darsi soltanto tra un uomo e una donna e, pur condannando ogni forma di violenza, derisione o discriminazione vera ai danni delle persone omosessuali, ritengo tuttavia che gli atti (non la semplice tendenza) omosessuali siano gravemente lesivi della legge morale naturale.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.