Google+

Dieci carcerati belgi chiedono l’eutanasia. Uno la ottiene. «Ma non abbiamo abolito la pena di morte nel 1996?»

ottobre 28, 2013 Leone Grotti

I giudici hanno concesso a Frank l’eutanasia anche se non è malato terminale e quindi, secondo la legge, non ne avrebbe diritto. Il verdetto positivo potrebbe arrivare anche per altri detenuti

Dieci detenuti in Belgio hanno chiesto di morire con l’eutanasia. Lo riferisce il programma televisivo belga Panorama, andato in onda lo scorso 20 ottobre, che ha realizzato un reportage sull’eutanasia in prigione nel paese che ha legalizzato la buona morte nel 2002.

SOFFERENZE INSOPPORTABILI. Solo un detenuto nella storia del Belgio è stato ucciso con l’eutanasia, secondo quanto dichiarato dal medico Francis Van Mol, direttore generale del servizio sanitario penitenziario. Nel 2012 anche Frank V.D.B. ha chiesto e ottenuto di morire, anche se l’iniezione letale non è ancora stata fatta. Durante il servizio su Panorama, il giornalista Dirk Leestmans ha intervistato proprio Frank, che ha detto di «non voler uscire dal carcere perché sono un soggetto pericoloso» e di provare «sofferenze insopportabili» in cella.

COLPA DEL CARCERE. La stessa motivazione è stata addotta da altri nove carcerati. Ma come dichiarato l’anno scorso dal senatore Louis Ide, che per primo ha denunciato il caso, i detenuti chiedono l’eutanasia solo perché disperati, vivendo in celle anguste, sovraffollate e inadeguate. Nel reportage, infatti, Frank ammette di vivere insieme ad altre quattro persone in una cella di appena due metri, dove sono costretti a stare 23 ore su 24 senza la possibilità di lavorare.

DOMANDE LEGITTIME. E Il giornalista Leestmans, al termine del servizio, si chiede se le richieste di eutanasia non siano causate proprio dalla terribile condizione delle carceri in Belgio: «Frank chiede di essere ucciso perché malato o perché vive in carcere in condizioni pessime? Non c’è un modo per alleviare la sofferenza di Frank, diverso dal togliergli la vita, magari trasferendolo in un ambiente adeguato? La pena di morte in Belgio non è stata abolita nel 1996?».

NESSUN MALATO TERMINALE. Come Frank, anche gli altri nove detenuti che hanno richiesto l’eutanasia non sono malati terminali. Secondo la legge solo chi è affetto da una malattia allo stadio finale e che porterà sicuramente alla morte in pochi mesi può richiedere il trattamento letale. Ma di recente la legge viene applicata anche a chi, pur non essendo malato, dice di soffrire «in modo insopportabile».
Come dimostrato da numerosi rapporti e da un film documentario dedicato al tema, la legge sull’eutanasia in Belgio viene continuamente abusata ed è fuori controllo. Non solo la metà dei casi che avvengono non sono riportati ma la commissione incaricata di controllare che la legge sia rispettata si è dichiarata impotente a svolgere il suo lavoro.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. beppe says:

    applichiamo l’eutanasia di massa al parlamento europeo. … alle prossime elezioni ricordatevelo cari amici.

  2. Italo Sgrò says:

    Contrario all’eutanasia. E’ omicidio.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Passano gli anni ma il tre cilindri della Triumph Speed Triple rimane una delle moto da bar tra le più gustose. Ha coppia e cavalli giusti, non è una moto rapida, ma ha un bell'avantreno e una ciclistica sportiva: 13.850 euro la S e 15.950 euro la RS

L'articolo Prova Triumph Speed Triple 1050 RS proviene da RED Live.

Botte piena e moglie ubriaca? I moderni pneumatici Sport Touring puntano a darvi di tutto un po’. Durata, miglior comportamento sul bagnato, e più efficacia nella guida “spigliata” sono i punti chiave su cui Michelin ha lavorato per il nuovo Road 5. Saranno riusciti nell’intento? Siamo andati in Spagna per verificarlo

L'articolo Prova Michelin Road 5 Sport Touring per vocazione proviene da RED Live.

Tutta nuova, la berlina del Leone graffia molto di più rispetto al passato. Perché è più corta e bassa, ha un design dinamico e la solita attenzione al look by Peugeot. La toccheremo con mano al prossimo Salone di Ginevra

L'articolo Nuova Peugeot 508, la berlina si fa bella proviene da RED Live.

Basata sulla piattaforma EMP2, ha due lunghezze, un bagagliaio smisurato e interni da berlina di lusso. Per elevare verso nuovi orizzonti il concetto di veicolo Multispazio

L'articolo Peugeot Rifter, la nuova multispazio a Ginevra proviene da RED Live.

Una storia, quella delle Sportster, nata nel 1957 e destinata a continuare senza sosta e senza eclatanti sorprese. Anche quest’anno infatti la famiglia si allarga e lo fa grazie a due nuove interpretazioni che combinano lo stile rétro ispirato ai canoni classici del mondo custom e le prestazioni pungenti del motore V-Twin 1200 Evolution.  IRON […]

L'articolo Nuove H-D Sportster Forty-Eight Special e Iron 1200 proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi