Google+

Siria. I terroristi islamici dell’Isil giustiziano sette bambini. «Sono criminali, non musulmani»

maggio 30, 2014 Leone Grotti

Lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante ha attaccato ieri il villaggio curdo di Taliliyyeh. Un video mostra anche un ragazzo giustiziato pubblicamente in piazza a Deir Ezzor per il reato di furto

I terroristi dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isil) hanno attaccato ieri il villaggio curdo di Taliliyyeh, che si trova nel nord-ovest della Siria a pochi chilometri da Ras al-Ain, a un passo dal confine turco. Nell’offensiva sono state uccise 15 persone, tra cui sette bambini, un giovane e tre donne.

«CRIMINALI, NON MUSULMANI». Su internet sono circolati filmati dell’attentato, i quali mostrano l’immagine di un uomo che porta in braccio il corpo morto della piccola figlia gridando: «Non sono musulmani, sono criminali». Testimonianze dalla zona dei fatti affermano che i bambini sono stati uccisi a sangue freddo attraverso una vera e propria esecuzione.

ISIL CONTRO CURDI. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani l’attacco potrebbe essere una forma di vendetta nei confronti della milizia curda Ypg, accusata di aver fatto esplodere un’autobomba a inizio settimana nella città di Raqqa, trasformata dall’Isil in un califfato islamico. I curdi, però, respingono «tutte le accuse: anche se siamo in guerra con l’Isil noi non ci macchiamo di simili atti criminali».

GIUSTIZIATO PER FURTO. A conferma della crudeltà dell’Isil, gruppo terroristico che combatte contro Assad e si è macchiato di crimini come la crocifissione di diversi uomini a Raqqa, ieri è stato pubblicato un filmato da Le Veilleur de Ninive girato a Deir Ezzor, nel quale i jihadisti giustiziano un ragazzo.
L’Isil sta lentamente conquistando la provincia strappandola ai ribelli dell’Esercito libero siriano e ai terroristi qaedisti di Al Nusra. Nel filmato, si vede un gruppo di terroristi che dopo aver accusato un ragazzo di furto, gli sparano un colpo alla testa in piazza. Come già successo a Raqqa e Aleppo, l’Isil impone la sharia nei territori che conquista.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. Pierpaolo says:

    Quant’è brava la Mogherini!

    • Raider says:

      Ah, bravissima! La permanente della Mogherini non si piega a nulla. I musulamni o i tribunali indiani le fanno un baffo a manubrio. E questa è la Mogherini, al momento, ministro per ragioni di alta quota.
      Ma che dire di quelli che vengono ogni volta a commuoversi fino alle lacrime per i genitori dei bambini da adottare a gay e per l’omofobia, quando si trovano di fronte alla cristianofobia che non risparmia neppure i bambini? E agli arcobalenisti del dialogo, beninteso, con tutti, tranne che con la fede cristiana? Se intervengono, in questi casi di cronaca fastdiosamente ripetitiva e frequente, come potrebbero fare dopo aver letto questo post, è per dire che ‘la colpa è delle religioni, di tutte le religioni’… Così, a mazzo. Pur di non dire una sola parola per le vittime cristiane e contro gli assassini, islamici anche in questo come in moltissimi altri casi, gli si secca la lingua e la voglia di dialogo, dialogo, dialogo gli passa subito, subito, subito.

  2. Hector Hammond says:

    Quando a commettere un crimine è qualcuno che in funzione geopolitica è funzionale alla politica americana, lo sdegno evapora 🙁 !

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.