Google+

Siria, pace sempre più lontana: Hezbollah aiuta Assad a riconquistare Qusayr, Ginevra II rinviata

giugno 6, 2013 Redazione

Stati Uniti e Russia non si sono messi d’accordo e la conferenza internazionale sulla Siria è stata rinviata, mentre Assad guadagna terreno sui ribelli

«Chiunque controlli Qusayr, controlla il centro del paese. E chi controlla il centro del paese controlla tutta la Siria». Ha parlato così il generale siriano dell’esercito fedele a Bashar al-Assad Yahya Sulayman alla tv iraniana Mayadin, dopo che la città strategica che si trova tra Homs e il confine libanese è stata riconquista a danno dei ribelli.

IL RUOLO DI HEZBOLLAH. Nella vittoria riportata dall’esercito governativo è stato fondamentale il ruolo dell’organizzazione terrorista libanese Hezbollah, che da mesi costituisce un asse sciita nel paese con l’Iran al fianco di Assad. «Combattenti Hezbollah stanno invadendo la Siria. Se continueranno a farlo e se le autorità libanesi non faranno niente per fermarli, ci sentiamo autorizzati a combattere Hezbollah dentro il territorio del Libano», ha minacciato ieri il capo militare dell’Esercito libero siriano dei ribelli Selim Idriss.

LIBANO A RISCHIO. Beirut rischia seriamente di essere trascinata nella guerra: ieri notte 11 razzi partiti dalla Siria hanno colpito la città di Baalbek, ferendo diverse persone. Il Libano, inoltre, ospita oltre un milione di rifugiati scappati dalla guerra siriana e rischia il collasso sociale e politico.

RINVIATA GINEVRA II. Mentre con la vittoria di Qusayr si rafforza la posizione di Assad nella guerra civile, la data della tanto attesa conferenza internazionale sulla Siria, Ginevra II, che ha lo scopo di trovare una soluzione non armata alla guerra civile, è stata ufficialmente rinviata. Stati Uniti e Russia, infatti, non hanno trovato un accordo sulla partecipazione dell’Iran e un altro pre-vertice è stato fissato per il 25 giugno.

INTERVENTO MILITARE. I ribelli, in fuga da Qusayr, hanno parlato di un’ultima cruenta offensiva del regime: negli scontri sarebbero morte centinaia di persone, tra cui molti civili e ribelli in fuga. L’ultimo successo di Assad ha aumentato la preoccupazione della Francia: ieri il presidente della Repubblica Francois Hollande, dopo le dichiarazioni rese sulla certezza dell’utilizzo di armi chimiche da parte del regime siriano, ha invitato ancora la comunità internazionale ad agire, paventando un intervento militare diretto, ma precisando che Parigi non prenderà nessuna decisione unilaterale.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Pierpaolo says:

    «Combattenti Hezbollah stanno invadendo la Siria. Se continueranno a farlo e se le autorità libanesi non faranno niente per fermarli, ci sentiamo autorizzati a combattere Hezbollah dentro il territorio del Libano»

    Non è capace di farvi fronte in Siria e pensa di andare a cacciarsi nei guai in Libano.
    Ecco come si perdono le guerre.

    • Aramazd says:

      e’ meglio per i cristiani se i ribelli perdono. con assad ci sono più liberta’ e tolleranza

  2. Aramazd says:

    Io sono armeno e cristiano. Conosco la Syria e posso dire che Assad è 10000 volte meglio. I ribelli sono gente che vuole instaurare la Sharia e creare problemi tra scia e sunni. è una manovra israeliana che destabilizza un potente nemico. non credete agli israeliani è gente che fa solo i proppri interessi.a loro non importa nulla delle persone.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Kia Stinger è un’auto che segna per l’azienda coreana un nuovo approccio: 380 cavalli, quattro posti, design e grinta da sportiva. per questo anche le attività di marketing e comunicazione seguono un percorso diverso. Stinger approda in tv con “Wishlist, il metodo Stinger”, una mini-serie di 3 episodi da 30 minuti, in onda sul NOVE la […]

L'articolo Kia Stinger, mini serie per la tv proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.