Google+

Silvio Berlusconi, intervista a Tempi. «Il mio programma? Stato minimo e valori della persona»

febbraio 20, 2013 Redazione

Anticipiamo alcuni stralci dell’intervista a Silvio Berlusconi che uscirà domani sul settimanale Tempi. No a intese post voto, ma possibile una Bicamerale per le riforme

Silvio Berlusconi, intervistato dal settimanale Tempi, riassume in uno slogan il programma del Popolo della Libertà: «Stato minimo e valori della persona». In un’intervista concessa al direttore di Tempi, Luigi Amicone, Berlusconi parla della campagna elettorale, dei suoi avversari Pier Luigi Bersani e Mario Monti, di tasse, Imu, crescita e valori non negoziabili. Nega la possibilità di accordi post voto con il centro e la sinistra e apre, con cautela, a una nuova Bicamerale per le riforme. Annuncia che nel suo governo ci sarà «un ministro per le Riforme».
L’intervista uscirà sul settimanale Tempi in edicola da domani. Qui ne riportiamo ampi stralci.

RIMONTA. Berlusconi dice che «la sinistra di Bersani e Vendola, che pensava di avere già vinto le elezioni, ora è terrorizzata dalla nostra rimonta. Mi dispiace che una norma insensata mi vieti di parlare di sondaggi, ma tutti sanno benissimo che la rimonta è compiuta e l’esito delle elezioni è apertissimo». Il leader del Pdl dice di volere «ridare agli italiani la capacità di credere nel loro futuro. Io ho grande fiducia nel nostro popolo: sono convinto che in fondo gli italiani vadano soltanto lasciati lavorare, senza opprimerli di tasse e di burocrazia, offrendo delle ragionevoli condizioni di contesto, come infrastrutture e sicurezza, e il nostro paese dalla crisi è perfettamente in grado di uscire. Certo, la situazione oggi è grave, ma proprio per questo, se di paura dobbiamo proprio parlare, io lo farei per chi, come Monti, ha tramortito la nostra economia e di chi, come Bersani e Vendola, continuerebbe e anzi aggraverebbe la strada delle tasse e della spesa facile».

VITA, FAMIGLIA, MATRIMONIO. Come si può riassumere il programma del Popolo della Libertà? Berlusconi lo sintetizza in poche parole: «Stato minimo e valori della persona». Secondo il Cavaliere «nessun’altra coalizione può vantare la propria coerenza con questi princìpi, neppure i cosiddetti centristi».
Berlusconi ricorda che «ci siamo sempre opposti ad ogni deriva laicista e relativista, abbiamo fatto tutto il possibile, anche scontrandoci con il capo dello Stato, come nel caso Englaro, per difendere la vita in ogni suo momento, la famiglia naturale, la libertà di scelta educativa. Se l’Italia oggi non ha l’eutanasia legale, il matrimonio gay, la fecondazione eterologa, come avviene in tanti paesi europei, il merito è nostro, è della linea che coerentemente in parlamento e al governo abbiamo mantenuto in questi anni».
Berlusconi ha ribadito di essere «per la massima estensione dei diritti individuali per ogni cittadino quali che siano le sue scelte e i suoi orientamenti nella vita privata», ma, ha aggiunto, «senza toccare la vita, il matrimonio e la famiglia, che sono valori sociali e culturali, non soltanto scelte private».

TAGLIO DELLE TASSE. Se fosse eletto, cosa farebbe nei primi cento giorni? «È molto semplice – dice Berlusconi -: taglieremo subito le tasse. È questa la chiave di tutta la nostra politica economica. Partiremo dalla più odiosa delle imposte, l’Imu, che colpisce il bene più prezioso degli italiani, la casa. Abbiamo detto – e lo considero il più solenne impegno di questa campagna elettorale – che restituiremo l’Imu sulla prima casa già pagata nel 2012. È un gesto insieme simbolico e concreto».
Ma Berlusconi aggiunge che «nel giro dei cinque anni della prossima legislatura ridurremo gradualmente l’Irap per le aziende fino a cancellarla completamente. Un’altra strada che adotteremo per far ripartire l’occupazione è poi quella della detassazione dei nuovi contratti: un’azienda che assumerà un disoccupato a tempo indeterminato sarà esentata per diversi anni dal pagare su quel contratto sia le imposte che i contributi. In Italia ci sono circa quattro milioni di aziende. Se ognuna per ipotesi assumesse un solo dipendente a condizioni così favorevoli, avremmo una spinta enorme per l’occupazione». A tutto questo, spiega, «deve accompagnarsi un serio e severo taglio delle spese, in quasi tutti i settori, escludendo la formazione e la sicurezza. Io mi impegno a tagliare almeno il 2 per cento di spesa pubblica l’anno per i prossimi cinque anni, senza toccare lo Stato sociale per i più deboli. I margini per farlo ci sono, le sacche di spreco e di malcostume da eliminare sono vastissime».

NO A GOVERNO DI LARGHE INTESE. Se dopo il voto, chiede il direttore di Tempi Luigi Amicone, ci si ritrovasse in una situazione di ingovernabilità, è possibile che lei, come fece nel 2006 con Romano Prodi, tenda una mano alla coppia Bersani-Monti? «Non si ripeteranno le condizioni del 2006 – risponde Berlusconi -, perché gli italiani non lo permetteranno. Io sono convinto, e non solo dai sondaggi, che possiamo vincere in entrambi i rami del Parlamento. Comunque non ci sono le condizioni per un nuovo governo di larghe intese dopo le elezioni. Ci abbiamo provato, con il governo Monti, e avete visto com’è andata a finire. Non ripeteremo quello che – con il senno del poi – forse è stato un errore. D’altronde come potremmo collaborare con Monti e Bersani, con Vendola e Fini, persone che in materia fiscale come sui temi etici hanno un’opinione opposta alla nostra?».

RIFORME COSTITUZIONALI. Il Cavaliere si dice convinto che «il nostro paese ha un drammatico bisogno di riforme costituzionali». Cita le difficoltà di governo per un presidente del Consiglio e il fatto che «Camera e Senato fanno lo stesso identico lavoro, raddoppiando i tempi e i costi». «Sono tutte cose che dobbiamo cambiare», spiega. «Per questo chiedo agli italiani una maggioranza ampia che mi dia la forza per cambiare le regole. Su questo comunque, ma solo su questo, sono pronto a collaborare nel prossimo Parlamento con tutte le altre forze politiche disponibili. C’è da ridurre il numero dei parlamentari, da tagliare i costi della politica, da cancellare il finanziamento ai partiti. Per fare tutte queste cose la strada del referendum propositivo sarebbe forse quella giusta, ma la Costituzione la rende oggi impraticabile. Dovremmo prima cambiare la Costituzione stessa, e questo sarebbe lunghissimo e macchinoso».

BICAMERALE PER LE RIFORME. Infine, una cauta apertura a una Bicamerale per le riforme: «Non ho nulla in contrario a una nuova Bicamerale per le riforme, purché con un mandato preciso e dei limiti altrettanto precisi di tempo e di metodo. Mi va bene a patto che non sia la solita occasione per annegare nelle parole bellissimi progetti destinati a rimanere solo sulla carta. Quanto al ministro per le Riforme, certamente nel mio governo ci sarà, visto che sarà una delle nostre priorità assolute».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

71 Commenti

  1. keynes says:

    Severo taglio delle spese? Ovviamente a sanita’ e scuola. come fanno tutti….ma gira intorno agli ostacoli reali il Cav, con tutto rispetto.

  2. Bruno says:

    Quante spese hanno tagliato i governi del cavaliere in questi anni? Zero.
    Perchè dovrei crederci questa volta?

    • malta says:

      perchè non hai alternative

    • giovanna says:

      Non saprei, caro Bruno, almeno nel caso del pdl c’è una minima possibilità di realizzare qualcosa di valido che è nel programma, gli altri nel loro programma negano del tutto il taglio delle spese statali e con forza vogliono incrementare tutte le possibili derive relativiste.

      • Bruno says:

        La minima possibilità ci sarebbe se non ci fosse lui, quanto al resto non si può sempre votare contro qualcun altro!

      • Lele says:

        ma Giovanna… ma non eri tu che in altri commenti criticavi (perchè delusa come tutti noi) la campagna elettorale di Berlusconi?
        Concordo con Bruno: un PDL senza Berlusconi era più credibile. Questo PDL di questo Berlusconi(ma vogliamo parlare dell’assurda lettera che ha inviato sull’IMU?) è, temo, vergognoso!

        • Giovanna says:

          Lele, sinceramente, non mi sembra proprio di aver nemmeno sfiorato l’argomento.
          Ho detto più volte di aver ragionato parecchio su questo ritorno di Berlusconi , in quanto non mi ritengo una tifosa a prescindere e di non aver trovato alternative valide, sia rispetto al lavoro passato che al futuro pessimo che si prospetta con Bersani.
          Poi, Bruno, un programma a favore dei miei ideali è senz’altro meglio di un programma CONTRO i miei ideali, mi sembra talmente ovvio !

          • Bruno says:

            Il problema è che una persona non credibile può anche fare il programma più bello del mondo, ma se non è credibile potrebbe scriverci qualunque cosa.

      • andrea says:

        Monti è contrario a qualsiasi taglio di spesa? Sicura?

        • Giovanna says:

          Scusa Andrea, non riesco a considerare Monti da solo, credo che anche i sostenitori più ciechi si siano resi conto che votando Monti ti ritrovi Bersani premier.
          Che deve dire di più , questo povero Monti , addirittura il numero due del SUO partito vota Bersani!
          Io, se fossi una elettrice riformista di Monti, a fronte di tanti endorsment pro centro sinistra, cambierei di sicuro, come mi sembra molti molto, molto , molto più autorevoli di me, che si erano lasciati prendere dall’entusiasmo di una salita che è rivelata una rovinosa discesa.

          • andrea says:

            hai ragione.

            però nessuna coalizione da sola avrà la maggioranza in camera e senato, quindi non riesco a immaginare nessuno dei tre poli da solo.

            cosa dovrebbero fare il 26 febbraio?

            • giovanna says:

              Scusa Andrea, non è che sia una super-esperta della questione, ma tra votare Monti che allo stato dei fatti DI SICURO se Bersani è primo si allea con lui, e votare Berlusconi che se è primo potrebbe allearsi con Monti, bè mi sembra decisamente peggiore la prima ipotesi.Cioè, mi sembra mille volte meglio far pendere la bilancia verso Berlusconi, sempre che uno sia veramente interessato ai principi non negoziabili, altrimenti mi sembra ovvio che il discorso cade !

  3. francesco says:

    quello che dice berlusconi è sicuramente condivisibile ( riassunto nel titolo in meno stato e valori della persona) ma la mia domanda è: Berlusconi è ancora credibile? è dal ’94 che dice queste cose e non ha fatto nulla, nella migliore delle ipotesi ha mantenuto inalterato lo status quo, nella peggiore si è mosso esattamente nella direzione opposta. la risposa alla mia domanda è NON E’ PIU’ CREDIBILE, aveva 20 anni per fare le riforme che vanno fatte ma quando per un motivo quando per un altro non ha mai fatto nulla. io voto GIANNINO ( che anche3 se ha fatto una c__zz__a con il discorso del master e dei titoli è e rimane sempre una spanna sopra tutti questi politici e manettari vari!

    • H1ugo says:

      Francesco condivido pienamente.
      Anche se Giannino ha perso (purtroppo!!!! ahinoi!!!) una bella fetta di credibilità e di elettori con questa sua sparata(ma io mi chiedo: come gli è venuto in mente di dire quelle idiozie? Perchè mai???).

  4. pikassopablo says:

    W il pedonano e sopratutto W Ruby, Minetti e Carfagna: le gnocche del presidente. W la famiglia!

  5. Alcofibras says:

    coraggio, ché finché c’è lui si mangia

  6. Poppi_Pippo says:

    Voglio vedere quanti lettori di Tempi.it hanno le palle di dichiarare che votano Berlusconi, perchè mi sa tanto che lo votate ma vi vergognate come cani a dirlo,e fate bene….. (a vergognarvi si intente)

    • Bruno says:

      Che cavolo di intervento è il tuo?

      1. e a te che te ne frega?
      2. secondo te chi commenta è un campione rappresentativo dei lettori di tempi.it?

    • Charlie says:

      Io voto Berlusconi.
      E non mi vergogno.
      Perché è un candidato come tutti gli altri.
      E in democrazia uno ha il diritto di votare chi gli pare.
      Senza farsi intimorire da nessun, se vota Pinco o pallino.
      E chi vuol intimorire qualcuno perché esprime un voto diverso dal suo, non è un vero democratico.
      E dovrebbe vergognarsi.

      • pikassopablo says:

        Charlie voti il pedonano? fai bene, ci mancano troppo le sue storielle di nipotine egiziane sperdute nelle questure italiane e salvate da mignottare che come secondo lavoro fanno le consigliere nella regione lombardia…fai bene Charlie 😉

        • giovanna says:

          Caro pikasso, a parte il fatto che con queste faccine sei tedioso al massimo grado, suppongo che se potesse intervenire qui il tuo confessore, ti passerebbe tutta la ridarella.

          • giovanna says:

            Poi, pikasso, scopri le carte, credo che tu possa avere l’età, sarai maggiorenne spero, per fare un discorso un minimo più articolato, solo un minimo, senza esagerare, oltre ai soliti commentini di livello umanamente scadente su padania e ruby, : chi sostieni tu di livello più elevato di Berlusconi?
            Ah, ho capito, Bersani-Monti ….e allora siamo a posto, c’è proprio da ridere, da scompisciarsi dal ridere, giusto per non piangere.

        • Charlie says:

          Pedofila e nana sarà tua sorella, tanto per cominciare.

          E per finire, se l’insulto è libero e gratuito, sono sicuro, dallo stile che usi, che chi voti tu è senz’altro una puttana politica, molto più pericolosa di coloro ai quali si attribuiscono comportamenti immorali a prescindere, solo perché avversari politici odiati con tutto l’astio impossibile e inimmaginabile.

          Fai bene, Pikazzo.
          Asinus asinum fricat.

          • Poppi_Pippo says:

            “solo perché avversari politici odiati con tutto l’astio impossibile e inimmaginabile”

            questa frase mi ricorda tanto quello che ha detto B. dopo la tranvata della statuetta in piazza duomo. Forse domandarsi perchè si suscita tutto questo astio e odio sarebbe il caso, visto che il motivo è semplice e lampate, perchè hai usato un’intera nazzione per farti i cazzi tuoi…

            Visto che nn ti vergogni di avero votato dimmi 3 cose positive che ha fotta in questi 20 anni di governo ??….

            • Charlie says:

              Quella frase è mia.
              Non l’ho copiata da nessun altro.

              Berlusconi suscita tanto astio ed odio, perché contro di lui è stata orchestrata dai mass media, dal PD e da settori della magistratura di sinistra una mostruosa campagna di calunnie e di denigrazioni.

              A cui un sacco di boccaloni, trinariciuti e sottosviluppati mentali hanno creduto ciecamente.
              La prova del nove è data proprio dal lancio della statuetta in piazza Duomo.

              Se fosse stata lanciata a Bersani, anche senza colpirlo o ferirlo, avremmo avuto la guerra civile.

              Scagliata su Berlusconi è sembrato un fatto scontato e doveroso alla stragrande maggioranza di coloro che lo detestano.

              Per cui ormai siamo giunti ad omologare la pazzia e l’aggressione politica.

              Quanto alla tua richiesta è una domanda talmente infantilistica da non meritare alcuna risposta.

              Soprattutto per il ridicolo tono da professorino che vuol sottoporre chi non la pensa come lui a un esame di maturità politica per assegnargli una bocciatura.

              • Poppi_Pippo says:

                1- Non ho detto che l’hai copiata, ho detto che mi ricorda quella detta da B.
                2- “Berlusconi suscita tanto astio ed odio, perché contro di lui è stata orchestrata dai mass media, dal PD e da settori della magistratura di sinistra una mostruosa campagna di calunnie e di denigrazioni.”

                Tutte le leggi ad personam, condoni, e altre mille cazzate che ha fatto sono tutte orchestrate dal PD e dalla magistratura, ma perfavore, ma svegliati che è il caso quando si dice arrampicarsi sugli specchi.

                3- Classica risposta di chi nn sa cosa rispondere, complimenti .

                • Charlie says:

                  Non ho affermato che tu hai detto che io l’ho copiata.
                  Siccome però non potevo sapere che tu avresti concluso, o no, che io l’avevo copiata, ho precisato che la frase era mia.

                  Inoltre.
                  Le affermazioni che tu fai, esigono sempre una dimostrazione in un confronto.
                  L’onere di provarle con argomentazioni convincenti è tuo, dal momento che sei tu a sostenerle.
                  Se no vuoi dire che sono talmente evidenti da non esigere alcuna spiegazione.

                  Non è che non voglio risponderti sul n° 3.
                  E’ che sei talmente puerile e prevenuto a dire di citarmi tre cose positive di Berlusconi, che non meriti nemmeno di essere preso sul serio con una risposta articolata, che già altre volte su altre tematiche ti avevo inutilmente illustrato.

                  E’ fatica sprecata per la tua capacità di ascolto e di comprensione.
                  Mi sono bastate le precedenti esperienze.

                  Come è stata fatica sprecata averti sottolineato che il ferimento di Berlusconi è stato un episodio criminale.

                  Infatti, tu non l’hai condannato come tale perché ha interessato l’avversario politico che tu odi.

                  Non solo, ma l’hai anche presentato come un evento inevitabile, considerate le colpe di Berlusconi.

                  Complimenti, caro nanerottolo mentale !

                  Sei proprio ” un sincero democratico ” !

                  • Poppi_Pippo says:

                    ma infatti sono talmente evidenti che non esigono spiegazioni, siete solo voi che chiudete gli occhi per nn vedere, devo forse dimostrare che nano silvio ha sfornato una miriade di leggi ad personam per pararsi il popo dai processi? devo dimostrare che una delle prime cose che ha fatto è depenalizzare il falso in bilancio?? devo forse dimostrare che i vari scudi fiscali e condoni edilizzi servivano solo alla parte mafiosa del suo elettorato per mettersi in regola ??

                    Cosa c’è da dimostrare?? queste cose o le si vede o non le si vede, semplice… e nel caso nn le si veda è perchè nn le si vuol vedere….

                    P.S
                    e come ultima chicca leggi la lettera che la senatrice PDL ha mandato a tutti i saceroti umbri, e leggiti anche la risposta di uno dei parroci… sei per i valori non negoziabili e voti PDL?!? ma perfavore….

                    h.t.t.p://www.ilgazzettino.it/elezioni2013/senatrice_pdl_ai_preti_difendiamo_la_vita_un_parroco_pensi_aletica_di_berlusconi/notizie/253355.shtml

                    • Charlie says:

                      Saranno evidenti per te.

                      Per me sono solo stronzate della grancassa mediatica e dei partiti antiberlusconiani.

                      E rimarranno tali fino a quando non porti delle dimostrazioni convincenti.

                      Questo si chiama saper ragionare.

                      Quando ho affrontato altre tematiche con te e con altri ho sempre suffragato le mie affermazioni con argomenti.

                      E’ il confronto sui contenuti, bellezza.

                      Non la ripetizione stracciapalle di slogan.

      • giovanna says:

        Certo se mi dovessi trovare in compagnia di questi moralisti un tanto al kg che con la scusa di Ruby voterebbero per aborto a go gò, limitazione dell’obiezione di coscienza, eutanasia per non soffrire (loro), “matrimoni” omosessuali con tanto di sacrificio dei figli, pietra tombale sulla libertà d’educazione, più stato,più stato, più stato , meno società garantiti…mi vergognerei, io voto Berlusconi, voto pdl.
        Secondo me certa gente sarebbe più onesta scoprendo le carte, senza le noiosissime, trute e ritrite battute sui peccati altrui, magari ammettendo che ben altri peccati si vogliono assurgere a legge dello stato.
        Un esempio tra i tanti, un alcofibras che è favore dell’eutanasia, come detto da lui, EUTANASIA, che affiderebbe i suoi figli ad una coppia gay, che vedrebbe bene la compravendita di esseri umani con la fecondazione etorologa…si mette a fare il superiore su mancanze personali, lui che manderebbe una nazione allo sfascio totale !

        • Poppi_Pippo says:

          le tue sono solo supposizioni, invece che il nano ha portato allo sfascio l’itaia è una realtà dei fatti.

          • Charlie says:

            Le tue sono solo farneticazioni, nanerottolo.

            • pikassopablo says:

              Charlie e Giovanna 🙂 che belli che siete 🙂 a difendere ancora l’indifindibile solo perchè ….avete due laure e un master?? 🙂 o forse siete i nipoti della nipote egiziana? fate bene a votare il pedonano che difende le famiglie visto che non più tardi dell’altro ieri ha detto che le coppie gay devono essere riconosciute nei loro diritti 🙂
              ps: alle vs offese non rispondo, avete già fatto la vs figura di cacchetta 🙂 solo un inciso per Charlie: il mio nick con due SS non con due ZZ, altrimenti pare che tu ce l’abbia sempre in bocca 🙂 o sei per caso gay? e una 🙂 anche per Giovanna 🙂 buona giornata

              • Bruno says:

                Sei monotono, almeno cambia faccine ogni tanto.

              • giovanna says:

                Ecco, caro Pikasso gira e rigira sei venuto fuori: nessun contenuto, il chè dal mio punto di vista fa scadere una persona più di cento amanti.
                Continua pure a postare faccine, ero stata tra i pochissimi a darti un minimo di credito, perchè sembravi ai più piuttosto un seccatore che altro, non ti ho affatto insultato , ma ti ho chiesto un dialogo sui tuoi post ossessionanti su padania e nipotine varie, acclarato che te ne freghi, ognuno per la sua strada.

                • giovanna says:

                  Poi, prima di non considerarti mai più come gli altri commentatori in maggior parte, caro Pikasso, complimenti per la volgarità, a Berlusconi gli fai un baffo !
                  Ma non è che la tua sarà invidia ? A volte questi meccanismi psicologici sono inconsci, qualche seduta te la consiglierei.

              • Charlie says:

                Era solo un abbreviativo, che stava per ” Picazzone “, bella faccetta di … ” Picazzone “, appunto.

                E adesso una domanda la faccio io.

                Vorrei tanto sapere per quali affidabili statisti votate voi.

                E perché.

                Questo quesito è molto difficile, lo so.

                Ma provateci, su.

                Mi riferisco a te e a Pippo.

                Perché anche a me piace sottoporre agli esami di maturità politica chi pensa di avere solo lui il monopolio di fare l’esaminatore.

                Coraggio, ragazzi !

                Aspetto con trepidazione di sentire le vostre scompiscianti puttanate.

                • pikassopablo says:

                  ahahahahaah siete penosi cari destrorsi, si perchè non siete gente di destra, siete solo dei destrorsi svenduti alla corte del pedonano. non avete dignità e la cosa più grave e che pensate di portare pure avanti la dottrina sociale della Chiesa. Sepolcri imbiancati, vergognatevi. ahahahahha siete solo feccia

                  • Charlie says:

                    Oh, oh, oh, oh, oh, oh, oh, oh, oh, eh, eh, eh eh, eh, eh, eh !!!

                    Sepolcro imbiancato, pedofilo e nano sarai tu e quella feccia di tua sorella, caro Picazzo !

                    Incapace di mettere insieme un pensierino.

                    Capace solo di dire slogan triti e ritriti.

                    Tu non ti puoi vergognare di niente, perché non tieni vergogna !

                    Hai la faccia come il popo’.

                    E sei tu che mi puzzi di frocio lontano un miglio.

                    Il tuo stile mi ricorda tanto quello dell’Alex Galvani !

                    Ih, ih, ih, ih, ih, uh, uh, uh, uh, uh, uh, uh !!!!

                  • carlo says:

                    pikassopablo, che squallore

        • Lele says:

          Io ho sempre votato Berlusconi… e quindi capisco Charlie e Giovanna!
          Effettivamente gli elettori di Berlusconi sono sempre stati etichettati come sfigati che hanno subito il lavaggio del cervello.
          Son convinto che Berlusconi ha delle ottime idee liberali e i suoi programmi elettorali (da sempre) sono decisamente interessanti.

          Peccato che poi scade in idiozie sui condoni(ragazzi, guardate che i condoni sono un vero e grave insulto agli onesti!!!) e sull’IMU(i soldi per restituirlo o per non farlo pagare non ci sono!! non facciamoci fregare).

          A parte queste idiozie(che fanno più rumore delle cose serie) il resto del programma non sarebbe sbagliato.

          Ma il motivo per cui non lo voterò mai più è che ha perso tutta la credibilità che aveva. Dice tutto e il contrario di tutto. Ha ucciso(andate fuori e ve ne accorgerete) la credibitlità dell’italia intera agli occhi dell’Europa e del mondi intero! Non ha mantenuto una marea di promesse che aveva fatto! La sua vita privata(che rimarrà privata, per carità) è fragile e ricattabile(ed un premier non se lo può permettere).
          Io ho smesso di credere in lui. Davvero.

          Cosa mi rimane? Qual’è il panorama fuori dal PDL?
          Di certo non voterò Bersani o Vendola e neanche Monti che(ha ragione Giovanna!) si alleerà con Bersani.
          Le alternative sono poche… è vero… ma ci sono per fortuna.
          E democrazia significa votare chi rispecchia e vive i principi in cui crediamo!

          Spero che voi abbiate ragione, ma ho smesso di credere alle favole! :D!

          buona elezione a tutti!

          • Poppi_Pippo says:

            questa è una risposta sensata…. e di uno che perlomeno fa 1+1

          • Giovanna says:

            Caro Lele, premesso che le mie parole non hanno scopi elettorali, ti vorrei far notare che il credito internazionale di Berlusconi è stato danneggiato da campagne accanite che lo metevano in ridicolo artatamente, magari attacandosi ad aspetti discutibili della sua personalità, che comunque erano e sono l’altra faccia di una persona appassionata e viva, impegnata con la vita.Poi, mi spiace, non riesco, per formazione, non so, a personalizzare così tanto una scelta politica, a me interessano i miei ideali, interessa che non venga riconosciuto in nessun modo il “matrimonio ” tra omosessuali, alcuna forma di eutanasia, tolta o resa impossibile l’obiezione di coscienza, che le mamme siano sostenute e non sbrigativamente invitate ad eliminare il “problema” con una pillola abortiva…e questo, credo ne converrai anche tu, si può ottenere solo ed esclusivamente votando pdl. Poi, come detto cento volte, ognuno voti chi vuole, io la mia responsabilità me la gioco votando pdl.

            • giovanna says:

              Poi, caro Lele, così per scherzare un pò, ma mica tanto, non ti sembra pelosissimo il sostegno alla tua scelta di un poppi pippo o simili?
              Per me è la prova del nove, poi vedi un pò tu !
              Ciao, Lele.

    • Emanuele says:

      Io caro mio. Fiero ancora di votare PDL perché c’è gente candidata che vale la pena sostenere.

  7. viccrep says:

    Vedo che molti hanno la memoria corta:
    Berlusconi scende in campo 1994 poi il famoso di pietro apre un indagine che poi finisce in nulla e berlusconi abbandonato dalla lega è costretto a dimettersi
    Seconda legislatura cinque anni, l’Università di Siena (di certo non berlusconiana) certifica che il programma del quinquennio è realizzato per l’80%.
    terza legislatura: un traditore Di nome Fini esce dalla maggioranza trascinando con se altri deputati, la maggioranza resta in bilico, berlusconi si scontra anche con tremonti (un presidente del consiglio non può neanche cambiare un ministro), così a novembre deve lasciare.
    Berlusconi è il leader del PDL ma il preisdente del consiglio sarà Alfano.
    Metteteci poi tutte le menzogne buttate da giornali e da magistratura e il quadro è completo.
    Nonostante tutto ciò è ancora l’unico credibile con un programma liberista.
    Gli altri sono per un programma comunista cioè di burocrazia e tasse.
    Poi come fa un cattolico stare in partiti dove i valori non negoziabili sono calpestati
    Forza PDL forza Berlusca Forza Alfano

    • pse says:

      visto che il sig. Viccrep fa un poco di confusione sarà bene rinfrescare a lui la memoria
      1) 1994: berlusconi si dimette perchè la lega non voleva votare la manovra Dini sulle pensioni e assieme a PDS e Popolari Bossi firma una mozione di sfiducia al governo.
      2) Programma 2001 – Il professore Cotta (Scienze Politiche dell’Università di Siena, peraltro, su sua affermazione più volte sostenitore di Berlusconi) afferma che l’80% per cento del programma proposto nel 2001 è stato messo in disegni di legge, ma che ne è stato realizzato (ossia disegni di legge approvati dal parlamento) solo una parte. Per inciso lo stesso è avvenuto con il programma 2008.
      3) 2008 Tradimento di Fini. Fini è stato cacciato dal partito che aveva cofondato per aver pronunciato nel luglio 2010 le parole “legalità e onestà”, giudicate “le posizioni dell’onorevole Fini sono assolutamente incompatibili con i principi ispiratori del Popolo della Libertà, …”
      Se ora dobbiamo pagare molte tasse è perchè Berlusconi ha portato il paese allo sfascio economico, ha promesso impegni onerossissimi con l’Europa pur di rimanere in sella e infine ha approvato tutte le manovre di Monti (che ha attuato quello che Berlusconi aveva promesso, ossia le politiche per il pareggio di bilancio nel 2013).

      • Dario says:

        Ma infatti è scandaloso che ci sia qlc1 che voti ancora per Berlusconi, visto che ha dimostrato piu e piu volte di dire e fare tutto e il contrario di tutto solo per accaparrarsi i voti. Io sono Cattolico, ripeto Cattolico e vivo credendo che solo “Dio Basta”, ma quante cose ci ha venduto quest’uomo e ci ha insegnato a vendere, se non ultima l’anima!!!! Pensate a tutte quelle immagini di uomo o donna svenduti che c’arrivano dalla sola televisione (sua in parte). Prima grande maestra d’italia dal dopo guerra ad oggi.
        Ma non vi chiedete ognittanto dove sia la “dignità di quest’italia”, per non parlare dei “principi non negoziabili”. Pensate solo a quali erano gli alleati di ieri e quelli di oggi. Pensate, quale il loro ruolo (solo marginali)… Lui è il suo partito, il suo pensiero e la “sua libertà”. Credetemi dobbiamo resettare quest’italia per tornare con qualche sofferenza al primo dopoguerra e guardando tutti gli sbagli fatti, ricominciare. Magari con l’obbiettivo di uscire dall’Europa per rientrarci a testa alta ripartendo dal pensiero di De Gasperi, che voleva l’italia come “sale d’Europa” e non un popolo mediocre, sottomesso al Relativismo altrui. Spero che Magdi Allam rappresenti veramente un cambiamento. la pace. Dario

        • giovanna says:

          Eccome no, Dario, vedrai con lo 0,01 dei voti che cambiamento nella direzione voluta
          da De Gasperi ! Il 25 febbraio siamo già fuori dall’Europa , senz’altro !
          Io sono contentissima di vivere in un paese come l’italia che è messo meglio, incomparabilmente meglio di Inghilterra, Spagna e Francia e Germania e Stati Uniti…
          Per quanto riguarda le immagini svendute in televisione, trovo poca o nessuna differenza in qualsiasi tv. L’hai visto il festival di Sanremo: un vero inno alla dignità della persona tra propaganda gay e vestiti scollacciati ( non che mi importi particolarmente , mi pare sia il TUO problema ).
          Ma basta anche entrare nei siti di corriere e repubblica, tutta una difesa della moralità, tra donne nude a articoli ammiccanti a iosa, nel senso di una moralità ineccepibile, ma dove???.
          E sarebbe colpa di Berlusconi? Non scherziamo, quando i nostri figli ci chiederanno del nonno di un amichetto cui si voleva tanto bene da ucciderlo per non farlo soffrire , che racconteremo?
          Che noi, per far dispetto a Berlusconi, abbiamo contribuito a ‘sta roba?
          E poi, al di là della propaganda elettorale personalistica che a quanto pare funziona per tutti, il pdl non è Berlusconi, ma un bellissimo programma e anche Roccella, Giovanardi, Lupi e tanti altri difensori dei pnn, probabili eletti più che in tutti gli altri partiti messi insieme ( non che sia difficile ).

          • Dario says:

            Giovanna, se NON usciamo “coscentemente” dall’Europa da soli, faremo sicuro la fine della Grecia. E visto che non ce lo meritiamo sia per quello che abbiamo, che per quello che siamo, doverci veder declassare a paese “fallito” per colpa di qualcuno che poi non ha fatto altro che cercare di non andare in galera per le “zozzerie” fatte con o senza la luce del sole,
            mi dispiacerebbe tantissimo per il futuro non tanto mio, ma dei miei figli. In + aggiungo che non avremmo nulla da raccontare a nessuno, visto che non avremmo figli dato che non c’è nessuna tutela della famiglia e non avremo nessun “nonnetto” con le leggi che arrivano dal Parlamento EUROPEO e l’eutanasia. Infatti parliamone di chi è messo meglio, ma prima definiamo il settore.
            Poi concordo con te sull’immagine che sembra essere solo di Sinistra, ma ti assicuro che questa è l’immagine che lui ha voluto che prendesse. Infatti sono 30 anni che è in TV e ha formato una generazione anche di politici, visto che poi con Craxi veniva da li.. quindi come dici non ha senso leggere Repubblica e nel frattempo sorbirsi la pubblicità di banca mediolanum, come se nulla fosse, ma questo è il risultato del suo pensiero e la sinistra di oggi non ci bada. Per quanto riguarda i suoi sostenitori, come hanno fatto gli altri mangeranno quello che possono e poi appena alzeranno la voce… guarda Casini Monti e Fini. Ma per i suoi ex-alleati i Cristiani per loro cosa ha fatto in 5 o 6 anni di governo???
            la pace. dario

            • giovanna says:

              No, Dario, non sono d’accordo con te. Dire che l’attuale deriva morale, sia responsabilità di Berlusconi , che addirittura avrebbe contaminato la sinistra,è grossa un bel pò.
              Invece penso sia responsabilità del relativismo imperante e per impedire che ne siamo travolti sia necessario unire le forze nell’unico partito con qualche possibilità di opporvisi, di opporsi ai genitori 1 e 2, ai figli in compravendita, alla propaganda accanita di aborto ed eutanasia.
              Sul fronte economico, non saprei, tutti dicono tutto e il contrario di tutto, l’unica cosa che tocco con mano è una spesa pubblica esorbitante, se solo si fa un tour negli uffici pieni di gente che non sa come passare il tempo ( naturalmente ci sono anche impiegati che meritano lo stipendio, ma in genere il panorama che riscontro per lavoro e altro, tipo scuola statale dei figli con alcuni insegnanti incredibili e inamovibili, è desolante) .

  8. Carlo says:

    Un Cattolico, ma anche una persona laica di sensata ragionevolezza, date le alternative, non può con coscienza non votare PDL o un partito facente parte della coalizione Berlusconiana.
    E’ un indiscutibile verità che grazie ai suoi governi ad oggi in Italia non siano entrate in vigore leggi deliranti e contro-natura quali Il Matrimonio Gay, l’Eutanasia e la Fecondazione Eterologa.
    Che sia stato difeso a spada tratta a Strasburgo il Crocefisso che stavano tentando violentemente di negarci, vincendo così una dura battaglia di libertà.
    Guardatevi attorno, e rendetevi conto che non c’è altra coalizione al momento quanto quella capeggiata dal Pdl in grado di vincere e capace di tutelare i valori non negoziabili tanto cari al Papa.
    Siamo ad un bivio storico, sull’orlo di un precipizio: se si finirà per votare Monti, Versani, Vendola o Grillo, si favorirà così automaticamente la nascita di un dissennato Governo di Sinistra che scatenerà il suo delirio distruggendo i valori morali fondanti la nostra civiltà italiana.
    Berlusconi avrà i suoi difetti, non sarà cristianamente l’ideale (anzi), ma è certo che se si vuol ancora salvare il salvabile di questa Italia moralmente bombardata e confusa, e sulle quali stanno mettendo furiosamente le mani lobby gay, abortiste, laiciste ed anti-cattoliche, non vi è ragionevolmente altra alternativa immaginabile che votare Centrodestra.
    Un cattolico che può definirsi tale non può non difendere con le unghie e con i denti quelli che sono i nostri valori non negoziabili: sono simbolo della nostra residua libertà di essere liberamente e senza vergogna cristiani, e di concepire un’Italia ancora buona e giusta.
    Un cattolico non può assolutamente votare la Sinistra pro-gay, laicista e tutti coloro che concorrono alla distruzione totale della Chiesa e delle coscienze di tutti.
    Sarebbe un triste disastro che pagheremmo per sempre amaramente.
    Vogliamo fare forse la fine della Spagna, dell’Austria, del Belgio, della Francia o dell’Olanda, là dove la Chiesa, così come la Fede, è ridotta all’estinzione, distrutta dall’invasione dell’Islam, da feroci politiche dissennate anti-cristiane ed omosessualiste ?
    Pensiamo a questo e non facciamoci travolgere da stupidi “impeti” anti-berlusconiani: badiamo piuttosto pragmaticamente al sodo.
    Siamo chiamati ad una decisiva scelta di campo che potrebbe decidere il futuro nostro e dei nostri figli.

    • Poppi_Pippo says:

      @Carlo

      Ti invito a leggere la risposta di don Gianfranco Formenton alla letterea di Ada Urbani candidata PdL al senato.

      h.t.t.p://www.ilgazzettino.it/elezioni2013/senatrice_pdl_ai_preti_difendiamo_la_vita_un_parroco_pensi_aletica_di_berlusconi/notizie/253355.shtml

      • Carlo says:

        Quel prete (o presunto tale, dato l’abbigliamento in quella foto più da camionista che da Sacerdote Cattolico che può permettersi di dispensare indirizzi morali) piuttosto che stucchevolmente sindacare solo sui comportamenti privati di Berlusconi (ragionando nella maniera tipica di tutti gli accoliti di Sinistra), mi aspetterei piuttosto che metta bocca anche sui comportamenti privati (e pubblici) dell’altrettanto peccaminoso Vendola, il quale non solo sbandiera la propria condizione violentemente immorale e “oggettivamente disordinata” (come saggiamente enuncia il nostro Catechismo) di omosessualità senza pentimento alcuno, ma anzi, con politiche deliranti e contrarie alla verità delle cose, tenta di ribaltare il sentire comune della gente facendo propaganda della stessa, promuovendo aberrazioni che gridano vendetta agli occhi di Dio e degli uomini. Lui, così come tutti coloro che attualmente si riconoscono nella Sinistra, non muovono avanti una sola proposta politica che non sia contraria al Cristianesimo e alla moralità della Chiesa.
        E’ insito un palese anti-cattolicesimo di fondo inaccettabile che è impossibile non denunciare e condannare, cosa invece che non è evincibile nei fatti e nelle proposte del Centrodestra.
        Perché il suddetto Prete non muove dunque altrettante lettere di condanna per gli uomini della Sinistra e per i loro Programmi anti-clericali ? Cos’è, ha finito la carta, non ci sono parole per Vendola e company ?
        Cos’è questo accanimento sul privato di Berlusconi, quando dall’altra parte, a Sinistra, c’è una montagna enorme di scandali e la proposizione chiara di perversioni immani ?!

        • Poppi_Pippo says:

          Lui semplicemente ha risposto a una candidata senatrice del PDL, perchè doveva tiar in ballo altri leader politici??

          • giovanna says:

            E mannaggia, a questo prete non sarà arrivata manco mezza lettera di qualche esponente del pd o simili…non scrivono…non telefonano…
            E dire che la mia cassetta della posta è strapiena di lettere di tutti i partiti e i candidati possibili e immaginabili e a quel poveretto arriva solo la lettera del pdl, veramente incredibile !

            • Poppi_Pippo says:

              se invece che commentare senza leggere gli articoli linkati, lei li leggesse avrebbe visto che le lettere sono state mandate espressamente da un’esponente PDL a tutti i parroci umbri,
              quindi cara giovanna, trattasi di elemosina mirata del voto.

              • giovanna says:

                L’avevo capito, Poppi, pur non avendo avuto il fegato di leggere della roba simile, mi era bastato già il tuo gongolamento. Nondimeno non avrei trovato così assurdo da parte del prete il commentare nel contesto le posizioni di altri partiti ben più lontani, direi lontanissimi, da ciò che dovrebbe ritenere giusto un buon parroco e che era argomento principale della lettera dell’esponente pdl.

    • Lele says:

      Caro Carlo,
      ho letto il tuo commento più volte e ci ho ragionato su. Condivido moltissimo (se non tutto) quello che hai scritto.
      Ma poi se mi fermo un secondo a pensare dico: ma posso “vendere” il mio voto?
      Cioè: è lecito dare il mio voto a chi mi promette che difenderà i principi non negoziabili(principi che non capisce e neanche approva) eppoi mi soffia il futuro da sotto il naso?
      Noi cattolici dovevamo svegliarci a suo tempo e investire tempo, futuro e risorse in un progetto più complesso.
      Qui non si tratta di impeti anti-berlusconiani: qui si tratta di cambiare l’italia. E di dare un inizio ad una nuova italia.
      E per me il nuovo inizio parte prima dall’onestà(a seguire viene tutto il resto)!

      Sono stanco e stufo di farmi fregare dalle solite promesse elettorali. Non so tu ma sono stanco e stufo di leggere delle varie Minetti, Brambilla etc…
      Stufo di un partito che vota per una tassa per poi promettere non solo di abolirla ma anche di restituirla(che l’hai votata a fare???), stufo di sentire parlare di condono fiscale, edilizio e tombale(ma a quelli che hanno sempre fatto tutto onestamente che esempio diamo?).

      Noi cattolici non dobbiamo solo difendere i principi della vita. Ma dobbiamo dare esempio e dimostrazione che una politica, nuova (pulita e onestà) si può fare ed è un piacere farla.

      Dare il voto ai questi furbetti non cambierà nulla: continueranno a tenerci sempre “sotto scacco”!
      No, io mi smarco.

      • Giovanna says:

        Caro Lele, scusami tanto, ma sei imbottito bene della propaganda martellante contro Berlusconi a partire dai suoi eccessi personali. Innanzitutto non è vero Berlusconi non capisce e non approva i pnn, è assolutamente ingeneroso e superficiale da parte tua dire una cosa simile.
        Se ci fosse stato qualcun altro a governare, magari monogamo ( magari accoppiato ad un uomo, ma questa cosa provoca l’applauso dei più !), saremmo messi oggi come Spagna, Francia, Inghilterra ecc ecc.Il futuro quei paesi l’hanno scippato al popolo veramente e votando contro il pdl, a causa dei difetti privati, messi ossessivamente in luce dai media, che tacciono o addirittura esaltano i peccati di tutti gli altri, ci mettiamo su quella rovinosissima strada.
        Scusami Lele, ma il tuo smarcamento andrà nella direzione opposta a quanto da te auspicato, ne sono convintissima.

  9. mattia says:

    Molto bello il blog… pero’ aspetto nuovi post, e’ da troppo tempo che non ci sono aggiornamenti. Vabbe’, intanto mi sono iscritto ai feed RSS, continuo a seguirvi!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

La SUV francese monta un nuovo turbo a benzina, capace di 300 Nm a 1.900 giri e di un consumo medio dichiarato di 5,9 l/100 km. Perfetto per i mercati di tutto il mondo

L'articolo DS 7 Crossback Puretech, 225 cv per il benzina top di gamma proviene da RED Live.

Molti avrebbero voluto vedere una Foxy con ruote da 29″, così da renderla più versatile ed esasperarne la capacità di tritare tutto ciò che le passa sotto, sia in salita sia in discesa. Detto, fatto. La Foxy Carbon 29 è arrivata, ma sbaglia che pensa che ci sia stato solo un banale cambio ruote perché […]

L'articolo Mondraker Foxy Carbon 29 m.y. 2018 proviene da RED Live.

   LIVE    Della più recente generazione di MINI Countryman abbiamo parlato con la prova della Cooper SD e della Cooper S E. Ora è il momento di guidare la MINI Countryman Cooper S, una versione indubbiamente ricca di fascino, che monta il quattro cilindri in linea di 2 litri, accreditato di 192 cv di potenza e […]

L'articolo Prova MINI Countryman Cooper S proviene da RED Live.

La gamma Renault si rinnova e si semplifica; meno allestimenti ma più ricchi e tecnologici.

L'articolo Renault Megane, arrivano tre nuovi allestimenti proviene da RED Live.

Esemplare unico, s'ispira non solo alla leggendaria F40 ma anche all'iconica 308 GTB. Ha già girato con il suo nuovo proprietario a Fiorano ma il debutto ufficiale in società è previsto a Villa d'Este

L'articolo Ferrari SP38, la one-off su base 488 GTB proviene da RED Live.