Google+

«Se non porti via tuo figlio, gli do fuoco». La tragedia dei “bambini di Boko Haram”

luglio 7, 2016 Leone Grotti

Aisha Umar è stata rapita da Boko Haram, stuprata e messa incinta. Scappata, è tornata al suo villaggio con il figlio. Ma è stata cacciata

Non le hanno perdonato di essere stata rapita da Boko Haram, detenuta per quasi un anno nella foresta, stuprata più volte dai jihadisti e infine messa incinta. Per questo quando Aisha Umar, 28 anni, è scappata ed è tornata nella sua casa natale di Gwoza, nello Stato settentrionale di Borno, in Nigeria, è dovuta scappare di nuovo.

«BRUCIO TUO FIGLIO». Un uomo è andato da Aisha e ha minacciato di bruciare Mohammed, il figlio di appena due anni concepito dopo essere stata stuprata da un combattente di Boko Haram: «Se non porti via tuo figlio, lo cospargo di benzina e gli do fuoco fino a che non rimarranno solo le ceneri». Così Aisha, madre di altri tre figli, è dovuta scappare a Madagali, a 22 km di distanza nello Stato di Adamawa, dove vive il fratello.

FIGLI DI BOKO HARAM. «Nessuno voleva giocare con mio figlio», racconta Aisha all’agenzia Reuters. «Lo chiamavano figlio di Boko Haram». L’uomo che ha minacciato di bruciare il bambino ha perso i suoi tre figli per colpa dei jihadisti, ma il suo odio e il desiderio di vendetta si mischiano alla credenza locale secondo la quale un bambino che ha nelle vene sangue jihadista non potrà che diventare jihadista da grande. «Il figlio di un serpente è un serpente», si dice in Nigeria, e anche le donne liberate vengono spesso respinte dai familiari nel timore che siano state indottrinate e radicalizzate da Boko Haram.

IL RAPIMENTO. Aisha come altre migliaia di donne è stata rapita nell’agosto del 2014 dai terroristi islamici, che hanno ucciso il marito sparandogli in testa. La donna è stata portata nella foresta Sambisa, quartier generale dei jihadisti, e sposata a un combattente. Dopo un anno è scappata e ha fatto ritorno al suo villaggio, dove ha scoperto che i tre figli erano vivi, avendo vissuto durante la sua assenza con i vicini.

«MAMMA, PORTALO VIA». Ma i bambini non hanno mai apprezzato il piccolo Mohammed: «La gente ha cominciato a insinuare che il loro fratellino era un bambino di Boko Haram e così non hanno più voluto giocare con lui. La mia figlia più grande mi ha detto un giorno: “Mamma, per favore, riporta questo bambino a suo padre e poi torna da noi”».

CONTINUA LA DISCRIMINAZIONE. Il trasferimento a Madagali non ha posto fine alla discriminazione. I suoi parenti non vogliono neanche toccare Mohammed, che in pubblico viene additato, insultato e tenuto a distanza da tutti. Aisha ha ormai raggiunto il limite della sopportazione, tanto da dichiarare: «Se qualcuno volesse portarsi via mia figlio, sarebbe il benvenuto».

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Rolli Susanna says:

    Il cristianesimo nel cuore dell’uomo è la gioia e la soluzione della vita bella sulla terra…

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi