Google+

Se le scuole paritarie pagheranno l’Imu, crollerà il sistema scolastico italiano

febbraio 27, 2012 Redazione

Oggi si decide l’Imu per le attività della Chiesa, a rischio anche scuole paritarie e no profit. «Senza gli istituti paritari di ispirazione cattolica, il comparto dell’istruzione pubblica crollerebbe».

Oggi si vota in Commissione industria al Senato la questione dell’Imu (la nuova Ici) per gli immobili della Chiesa in base alla loro «modalità commerciale». Il rischio è che anche il «no profit» e le scuole cattoliche vengano soggette al pagamento della tassa, nonostante più voci, tra cui Schifani e Napolitano, abbiano ricordato che il contributo dei cattolici «nei campi della cooperazione, educazione, istruzione e assistenza sanitaria e sociale a favore di quanti vivevano in condizione di povertà e precarietà sociale ed economica» è stato «rilevante» negli anni.

“Sarebbe incomprensibile applicare l’Imu al comparto del no profit cattolico, che svolge un preziosissimo ruolo di sussidiarietà nei confronti di uno Stato sempre più povero di risorse. La Chiesa italiana, nel suo volto migliore, offre indispensabili supporti sociali: volontariato, assistenza sanitaria, mense. Soprattutto scuole. Ed è qui forse il punto più urgente da affrontare” (Corriere, p. 36).

“Senza gli istituti paritari di ispirazione cattolica, il comparto dell’istruzione pubblica crollerebbe. Molti di loro, pagando l’Imu, fallirebbero. Ma perché le rette, nella gran parte dei casi, servono semplicemente a coprire il costo di gestione. Sia anche perché numerose scuole di ispirazione confessionale usano spazi ampi, per esempio ex conventi: e il calcolo della tassa produrrebbe cifre altissime. In più molti alunni (soprattutto figli di immigrati o di famiglie in difficoltà) non pagano rette per evidenti motivazioni etiche. Mettere in crisi tutto questo non sarebbe più uno strumento di giustizia tributaria ma produrrebbe un problema ancora più vasto: la fine di una parte stessa del sistema scolastico italiano” (Corriere, p. 36).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi