Google+

Scola andrà al Pirellone, anche se il M5S non vuole. Cattaneo: «Cercano solo visibilità»

novembre 20, 2013 Emmanuele Michela

Intervista al presidente del Consiglio regionale: «L’obiezione dei grillini è incomprensibile. Qui ha parlato pure il Dalai Lama. Perché l’arcivescovo no?»

«Se devo essere sincero, mi sembra che l’obiezione del Movimento 5 Stelle all’incontro con Scola sia solo frutto di miopia. Oppure una forma per guadagnare visibilità». Non trova altre ragioni il presidente del Consiglio regionale lombardo Raffaele Cattaneo per spiegare a tempi.it il no dei grillini alla visita dell’arcivescovo di Milano al Pirellone, in programma il prossimo 17 dicembre. L’idea di invitare il cardinale è di Cattaneo, che già tempo fa l’aveva fatta presente tanto all’Ufficio di presidenza quanto ai capigruppo degli altri partiti, compreso il Movimento 5 Stelle, ricevendo condivisione e appoggio.

«E SE AVESSIMO INVITATO L’IMAM?». Lunedì invece, dopo che il presidente ha annunciato a tutto il Consiglio la data dell’incontro, ecco la reazione a sorpresa dei grillini: la portavoce dei pentastellati Paola Macchi ha comunicato la contrarietà del suo gruppo all’arrivo di Scola. «In uno Stato laico le istituzioni devono mantenere un profilo aconfessionale», ha detto. «Vorremmo dedicare tutto il tempo utile per quello per cui siamo stati eletti, e cioè governare», anticipando così che i grillini avrebbero chiesto di spostare data e luogo dell’incontro con Scola. Ma Cattaneo non ne vuole proprio sapere: «La loro è una voce isolata, gli altri partiti sono tutti a favore». Il presidente ricorda che al Pirellone è stato concesso di parlare a persone della più varia origine culturale, anche a leader religiosi di altre confessioni, come il Dalai Lama: «Quando capitò proprio l’incontro col Dalai Lama, nessuno disse nulla. Ci mancherebbe ora che dovessimo annullare l’incontro con Scola. Anzi, rilancio: se avessimo invitato l’imam della comunità islamica di Milano non credo le polemiche sarebbero state le stesse. Perché di fondo sta qui la ragione: c’è un sottile pensiero anti-cristiano».

L’ARCIVESCOVO E LA LOMBARDIA. La chiusura del Movimento 5 Stelle appare ancor più ideologica se si pensa che mai un arcivescovo di Milano è stato ospite nelle aule della Regione Lombardia, sebbene non serva ricorrere ai libri di storia per comprendere quale legame ci possa essere tra questa figura e il territorio. L’invito a Scola era stato recapitato dallo stesso Cattaneo: «Lo avevo incontrato appena dopo l’elezione al consiglio regionale per una visita di cortesia: volevo chiedere ad una personalità come lui un contributo alla riflessione su come servire il bene comune. Non è soltanto una figura religiosa, ma anche un uomo dall’alto spessore intellettuale, come testimoniano tanti suoi interventi sulla laicità e nuovo umanesimo».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. laura scrive:

    Dedico ai grillini, alias “stellini” questo video: http://youtu.be/PioaX1Q6voY

  2. Piero scrive:

    Non dureranno neanche come sta durando la Lega…………

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana